Sport, 04 aprile 2019

Vauclair e quel rinnovo che tarda ad arrivare: sarà lui il DS?

Il contratto del difensore del Lugano è ormai scaduto e il tanto chiacchierato rinnovo non è ancora arrivato: i bianconeri stanno guardando in casa per sostituire Habisreutinger?

LUGANO – “Julien Vauclair è vicino al rinnovo annuale col Lugano”. Così parlò a febbraio chi conosce bene il difensore bianconero, ovvero suo fratello Geoffrey a “Les Puckalistes”, programma di “La Télé”. Il 39enne ha indossato per 19 anni la maglia dei sottocenerini e, nel caso di accordo (l’attuale contratto scade a fine stagione), potrebbe toccare quota 20: una vita, sportivamente parlando.

Ma da febbraio ad ora ne è passata di acqua sotto i ponti, tante cose sono successe dalle parti della Cornér Arena e alcune di queste potrebbero aver cambiato i piani di società e giocatore. C’è da capire se il nuovo head coach voglia puntare sul 39enne Julien o meno, c’è da sostituire la figura di Roland Habisreutinger come DS. Ed ecco che le due strade potrebbero collimare, affidando questo delicato ruolo proprio al giurassiano autore di mille battaglie sulle rive del Ceresio.

Certo, questo significherebbe appendere i pattini al chiodo, ma nel contempo potrebbe rappresentare una nuova sfida sportiva e di vita per un guerriero come Vauclair che ha sempre guardato in faccia, con volto fiero, anche la sfortuna e i tanti acciacchi che ne hanno contraddistinto la carriera.

Inoltre, anche il mancato annuncio della “nuova vita” di un altro gladiatore luganese, Sébastien Reuille (che ha già accennato di vedersi dietro a una scrivania a lavorare per l’HCL), fa sorgere qualche dubbio e disegna uno scenario interessante: a l DS Vauclair, potrebbe essere affiancato proprio il 37enne zurighese, ma ticinese di adozione, col ruolo di talent scout?

Fantahockey? Tutto è possibile, tutto è aperto e tutto può accadere, ma resta il fatto che questo silenzio intorno alla società e al rinnovo del difensore e al futuro del buon Seba… qualche dubbio lo crea. E se rivoluzione deve essere, allora che venga fatta con logica e con tanto senso di appartenenza!

Guarda anche 

Tifosi in calo a Berna: “Soffriamo degli stessi problemi del Real e del Bayern”

BERNA – C’è ancora tanta voglia di festeggiare a Berna, c’è la volontà di rimarcare il cammino fatto sia in regular season che dura...
22.04.2019
Sport

Berna-Zugo: la storia non cambia, per mano di un ticinese…

BERNA – Berna-Zugo 4-1. A leggerla così, sembrerebbe che gli Orsi hanno dominato in lungo e in largo la serie finale dei playoff, ma in realtà i ragaz...
21.04.2019
Sport

Pazzesco a Zugo: Reiber preso a schiaffi da un tifoso

ZUGO – Davvero ingiustificabile e inqualificabile: ieri sera durante gara-4 di finale tra Zugo e Berna, Brent Reiber sarebbe stato aggredito: posizionato in tribuna...
19.04.2019
Sport

Borradori: "La croce rimane al suo posto"

l caso è chiuso. O almeno, si sta provando a chiuderlo. La croce d'acciaio, dal nome "Luca Divina" di Helidon Xhixha che rientra nella most...
18.04.2019
Ticino