Mondo, 14 marzo 2019

La Danimarca vuole vietare i finanziamenti di moschee e centri islamici con fondi dall'estero

Una nuova proposta di legge del governo danese e del Partito popolare danese (destra nazionale) vuole vietare a governi e autorità straniere di finanziare comunità e istituzioni religiose in Danimarca.

La legge sarà implementata se le donazioni sono valutate come una minaccia per la sicurezza e minano le libertà e la democrazia fondamentali della Danimarca. Il divieto riguarderà prestiti, regali, donazioni di attrezzature, aiuti finanziari per il personale e persino l'affitto di locali.

Si ritiene che il vasto sostegno alle moschee di paesi come il Qatar e la Turchia sia uno dei motivi principali che hanno portato al disegno di legge.

"Siamo stati estremamente frustrati dai casi di moschee finanziate dall'estero. E sono sicuro che il divieto di donazioni straniere fermerà il flusso di denaro", afferma Martin Henriksen, portavoce straniero del Partito popolare danese citato dal portale “cphpost.dk”.

La Turchia ha investito milioni in due moschee nelle città di Roskilde e Holbæk mentre il Qatar ha donato circa 100 milioni di DKK (circa 15 milioni di franchi) per la costruzione di una moschea nel distretto di Copenaghen.

Secondo i dati ufficiali la Danimarca, paese di 5,5 milioni di abitanti, nel 2018 aveva una popolazione musulmana di poco superiore a 300'000 persone (il 5,3%), un numero in rapido aumento a causa dell'immigrazione degli ultimi anni.

Guarda anche 

L’islamizzazione avanza grazie agli “utili idioti” e ai “collaborazionisti”

La votazione del 7 marzo sull’iniziativa antiburqa ha messo in luce un fatto preoccupante in ottica futura. Quasi la metà dei cittadini ha votato contro l&rs...
14.07.2021
Opinioni

L'Austria mette al bando i Fratelli Musulmani

L’Austria è il primo Paese europeo ad aver bandito la Fratellanza Musulmana, una delle più importanti associazioni dell’islam pol...
14.07.2021
Svizzera

Giovane svizzera si converte all’Islam, poi vuole tagliare la gola all’ex fidanzato

Una 22enne svizzera compare oggi a processo nel canton Svitto con l’accusa di aver tentato di uccidere l’ex fidanzato afghano e sua madre. Il Ministero pubbli...
02.07.2021
Svizzera

Politici e giornalisti a lezione di diritto islamico

Nel solco di una tradizione iniziatasi nel 2019 e mirante a contribuire alla formazione di politici e giornalisti su questioni concernenti l’islam, negli scorsi gio...
20.06.2021
Opinioni