Sport, 12 marzo 2019

Deve essere la volta buona: tabù da sfatare, serie da impattare per l’Ambrì

3 gol realizzati in 5 sfide contro il Bienne: sbagliare questa sera sarebbe deleterio. Ma la truppa di Cereda sa dove deve intervenire

AMBRÌ – Parlare di tabù forse è riduttivo. Perché il cammino negativo dell’Ambrì contro il Bienne in stagione (e non solo) è davvero incredibile. 5 sconfitte, 3 reti fatte, 2 shutout concessi  Hiller (il terzo negato a 15” dalla fine), eppure c’è speranza in ottica playoff… sembrerà strano ma è così. Sì perché anche prendendo in esame solo gara-1 dei quarti di finale, qualcosa di positivo e che fa sperare in bene c’è.

L’Ambrì ha subito, ha giocato male, ha meritato di perdere, ma… è rimasto lì fino all’ultimo. Sembrerà una piccolezza, una sciocchezza ma in un contesto come quello dei playoff, dove i dettagli fanno la differenza, può contare molto. Ora ovviamente starà a Cereda e ai suoi capire su cosa intervenire, dove migliorare e in che cosa continuare a seguire la propria idea di gioco.

I leventinesi hanno fatto bene in regular season sfruttando il powerplay, mettendo agonismo e facendo girare bene il disco. Questo elemento potrebbe risultare determinante – il Bienne ha un controllo del disco fantastico – specie per mettere in difficoltà i Seelanders ed obbligarli a qualche penalità di troppo.

Ovviamente poi c’è il baluardo Hiller da superare, ma se il trio delle meraviglie Kubalik-Müller-Zwerger tornerà a brillare, ecco che allora tutto potrebbe tornare in discussione.

Guarda anche 

Hockey: e se il campionato si prendesse una pausa?

FRIBORGO – I numeri dei contagi da Covid-19 sono in ampia e costanza ascesa, aumentano anche i ricoveri e le presenze in terapia intensiva e, stando a quanto riport...
21.10.2020
Sport

1'000 spettatori sulle tribune: siamo alla resa dei conti?

BERNA – In un clima sempre più del terrore, fatto di numeri (a volte non esattamente chiari), di futuro incerto e di un presente non limpido, la decisione pr...
19.10.2020
Svizzera

“Futuro tutto da scrivere Certo, la National League…"

BIASCA - È un ragazzo semplice, Loïc Vedova. Figlio di una terra di emigrati e di gente stoica come la Vallemaggia, sin da bambino ha cullato i...
19.10.2020
Ticino

Klasen e il momento tragico a Lugano: “Ci siamo preparati alla morte di nostro figlio”

LULEA (Svezia) – 6 anni a Lugano, 6 anni di magie e di qualche partita sottotono, 6 anni di reti e di assist, 6 anni con la maglia bianconera conditi da 2 finali e ...
14.10.2020
Sport