Sport, 08 marzo 2019

“Ambrì e Lugano? Tra cuore e antigufo… giocheranno con testa libera”: parola di Norman Gobbi

Il Consigliere di Stato ha detto la sua sulla post season che inizierà domani: “Il titolo? Il Berna farà suo il campionato”

BELLINZONA – I playoff sono ormai dietro l’angolo e da una settimana a questa parte non si fa altro che parlare di Bienne-Ambrì, di Zugo-Lugano: le due ticinesi sono approdate entrambe alla post season che conta e, ovviamente, la tematica è calda, caldissima in vista del primo ingaggio che si terrà stasera.

Di playoff si parla ovunque, nei bar, al lavoro, in famiglia, ma anche ai vertici del Cantone, tanto che anche Norman Gobbi, Consigliere di Stato e Direttore del Dipartimento delle Istituzioni del Canton Ticino, si è concesso ai nostri microfoni per analizzare le serie delle due ticinesi.

Signor Gobbi, partiamo dal “suo” Ambrì… che serie sarà quella contro il Bienne?
Non sarà facilissima, senza dubbio. Ricordiamoci che l’anno scorso anche il Lugano dovette centrare un’impresa, dovette compiere una gran rimonta per superare i Seelanders e approdare alla finale. Questo già fotografa la situazione e la forza del Bienne che inoltre in stagione ha sempre avuto la meglio.

Serie complicata e già decisa, quindi?
No! Anzi… sarà tutto molto aperto, anche perché alla Valascia e in seno al gruppo c’è grande entusiasmo e voglio di fare. La testa sarà libera visto che l’obiettivo stagionale, ovvero la qualificazione ai playoff, è stato raggiunto. Tutto ciò che verrà in più sarà tutto di guadagnato. Certo loro hanno Hiller in porta e hanno un grosso vantaggio, anche se le sue statistiche e quelle di Conz in stagione sono molto simili.

Domanda secca: come finirà quindi la serie?
Meglio non far pronostici, meglio evitare quando c’è di mezzo l’Ambrì… lasciamoci stupire.

Poco più a sud, il Lugano sta preparando la serie contro lo Zugo. Come vede questa sfida?
Sarà una serie dura, maschia e tirata. Lo Zugo è in forma, anche se ha perso le ultime sfide stagionali e gli ultimi 3 incroci con i bianconeri che invece sono carichi, avendo vinto 4 delle ultime 6 partite della regular season. Fino a poche settimane fa sembravano spacciati, i bianconeri rischiavano seriamente di non qualificarsi e invece ora possono rappresentare una mina vagante. Sono avvantaggiati da questo punto di vista.

Domanda secca anche in questo caso: chi passerà il turno?
Bella domanda, ma se dico che vince il Lugano poi passo per gufo… così come se dicessi il contrario (ride, ndr). Meglio soprassedere.

Allora le poniamo una domanda da cui non può esimersi dal rispondere: chi vincerà il titolo?
Alla fine il Berna, dopo la gran stagione disputata, conquisterà i playoff e il titolo. Sono la squadra più forte.

Guarda anche 

Finalmente hockey, finalmente campionato: caccia al trono vacante. Covid permettendo…

LUGANO – Dopo una pausa più lunga del previsto, più lunga del solito a causa dell’ormai nota pandemia di coronavirus che aveva prima obbligato l...
01.10.2020
Sport

Settembre, un mese di cambiamenti per Casinò Lugano

Settembre è stato un mese molto intenso e ricco di avvenimenti per la casa da gioco luganese che in poco tempo ha dovuto affrontare molti cambiamenti. A ...
30.09.2020
Ticino

Il Covid ci mette lo zampino: annullata la Spengler

DAVOS – Niente da fare, la Coppa Spengler alza bandiera bianca. Il tradizionale appuntamento con l’hockey natalizio, che attira l’attenzione degli amant...
29.09.2020
Sport

In più di 1000 sugli spalti: ecco come sarà

RIVERA – La fatidica data dell’1 ottobre è dietro l’angolo e con essa la ripresa del campionato di hockey e l’aumento potenziale dei tifosi...
28.09.2020
Sport