Sport, 07 marzo 2019

“Stufo di questa merd*!”. Che delirio sulla VAR in Champions

Le decisioni prese ieri sera in PSG-United e Porto-Roma hanno cambiato lo scenario delle qualificazioni ai quarti di finale e Pallotta, presidente dei giallorossi italiani, ha letteralmente sbottato

OPORTO (Portogallo) – Un rigore concesso a Parigi al 92’ che ha permesso allo United di centrare una qualificazione pazzesca dopo lo 0-2 casalingo di tre settimane fa, uno dato al Porto al 115’ e uno non fischiato a favore della Roma al 119’: la serata di ieri di Champions League è stata in larga parte decisa dalla VAR.

Se a Parigi Neymar e altri hanno protestato, ma obiettivamente il braccio di Kimpembe era abbastanza largo da poter indurre l’arbitro Skomina a concedere la massima punizio (il PSG dovrebbe più che altro
piangere se stesso per gli errori commessi), in Portogallo durante i supplementari è successo di tutto.

Prima c’è stato il rigore concesso al Porto per la trattenuta della maglia da parte di Florenzi, poi all’ultimo minuto ecco il fallo non concesso – visionando il VAR dall’alto – a Schick che avrebbe potuto regalare alla Roma il passaggio del turno. “Sono stufo di questa merda, il fallo era evidente. Non ho più parole”, è stato lo sfogo del presidente dei giallorossi, James Pallotta.

Guarda anche 

Cornaredo a tinte nerazzurre: in estate ci sarà l’Inter

LUGANO – Niente montagne, niente Trentino e soprattutto niente Pinetina: l’Inter quest’estate resterà senza il proprio quartier generale per prep...
25.03.2019
Sport

Primo tempo da dimenticare, poi la Svizzera cambia marcia

TBLISI - Chi pensava che la Georgia potesse davvero impensierire la Svizzera nella prima partita di qualificazione agli Europei del prossimo anno è stato serv...
24.03.2019
Sport

Il Valencia nei guai… per colpa di Batman!

VALENCIA (Spagna) – Si prospettano giorni non esattamente sereni per il Valencia, che lo scorso 18 marzo ha festeggiato 100 anni. Per l’occasione il club ha i...
22.03.2019
Sport

Roba da non credere: perde la Nazionale… per il traffico

ROMA (Italia) – Indossare la maglia della Nazionale, della propria Nazionale, è un onore per tutti i calciatori. Ma il portiere della Lazio, Strakosha, dovr&...
21.03.2019
Sport
x