Mondo, 23 febbraio 2019

La "Casa degli orrori", i genitori ammettono le torture

David e Louise Turpin, accusati di aver rapito, incatenato e maltrattato dodici dei loro tredici figli nella loro "casa degli orrori", si sono dichiarati colpevoli. Hanno riconosciuto in particolare atti di tortura.

In totale, l'uomo di 56 anni e sua moglie cinquantenne sono stati ritenuti responsabili di quasi 100 atti criminali e rischiano l'ergastolo, mentre una condanna a 25 anni di prigione è già assicurata. Un giudice dovrà emettere la sentenza in un'udienza del 19 aprile.

"Questo è uno dei peggiori casi di abusi sui minori che ho visto nella mia carriera di procuratore", ha detto ai giornalisti il ​​procuratore della contea di Riverside Michael Hestrin, citato da Fox News.

Fu una delle figlie di 17 anni ad aver lanciato l'allarme nel gennaio 2018 dopo essere sfuggita alla sorveglianza dei genitori del fuggendo da una finestra nella loro casa di Perris, una piccola città, cento miglia a est di Los Angeles, in California.

"Incatenati al loro letto"

L'adolescente fu quindi in grado di chiedere aiuto. Aveva spiegato alle forze dell'ordine che le sue due sorelle più giovani erano "incatenate ai loro letti", così vicine che i loro corpi erano segnati da lividi, secondo le testimonianze.

"Ci incatenavano se facevamo cose che non dovevamo fare (...) A volte, le mie sorelle si svegliano e iniziano a piangere" a causa del dolore, aveva aggiunto la ragazza in un'udienza.

Quando arrivarono in quello che i media americani soprannominarono "la casa degli orrori", la polizia trovò alcuni dei bambini di Turpin, ora tra i tre e i trent'anni, incatenati al loro letto. Tutti tranne i più giovani erano in condizioni di sporcizia estrema e grave malnutrizione.

Guarda anche 

A sei anni muore colpita da una pallina da golf

Una famiglia americana è stata vittima di un'improbabile quanto tragico incidente lunedì a Orem, nello Utah. Kellen Hill, un golfista professionale, sta...
18.07.2019
Mondo

Trump attacca esponenti democratici con origini straniere, "tornate nei vostri paesi che hanno bisogno di voi"

Il presidente americano Donald Trump ha pubblicato domenica alcuni tweet riguardanti un gruppo di parlamentari democratiche con origini straniere. “P...
15.07.2019
Mondo

Un festival musicale voleva rendere l'entrata più cara per i bianchi (ma ha poi dovuto lasciar perdere)

Un festival musicale in programma a inizio agosto a Detroit, nel nord degli Stati Uniti, voleva far pagare biglietti più costosi per i bianchi rispetto ai neri per...
10.07.2019
Mondo

Lecca il gelato in un supermercato e poi lo rimette nel frigorifero, ora rischia fino a 20 anni di carcere

Pensava di fare uno scherzo divertente che l'avrebbe resa celebre sulla rete. E la celebrità è sì arrivata, ma ora rischia fino a 20 anni di carc...
08.07.2019
Mondo