Sport, 18 febbraio 2019

4 punti di passione e di speranze: Ambrì, dipende da te!

La sconfitta di Langnau potrebbe complicare un po’ le cose per i leventinesi che domani si recheranno a Zugo: contro i Tori sono giunti solamente 3 punti

AMBRÌ – Dalla festa per il quarto derby stagionale, ai borbottii per la caduta di Langnau. Il weekend all’Ambrì ha regalato gioie e qualche delusione, dovuta più che altro a qualche errore banale. Ma la squadra c’è, è viva, è in piena corsa per un posti nei playoff e non sembra intenzionata a rallentare la corsa.

Certo il KO della Ilfis un po’ ha fatto storcere il naso a qualche tifoso che, dopo la sbornia del venerdì sera, si aspettava una squadra più precisa, più volenterosa e meno pasticciona di quella scesa in pista contro il Langnau, ma l’Ambrì deve pensare solo a se stesso, ai tuoi punti, alla crescita importante che sta dimostrando da settembre e alle prossime sfide che dovrà affrontare.

A partire da quella di domani a Zugo. Un match complicato: se nel passato i biancoblù riuscivano spesso a trovare il bandolo della matassa per ingabbiare i Tori, quest’anno qualche difficoltà l’hanno palesata, tanto da racimolare 3 piccoli punti in casa nei tre match disputati alla Valascia, per poi uscire scornati dalla sfida della Bossard Arena dello scorso 2 gennaio.

Come detto, però, Bianchi e compagni devono pensare solo a loro stessi, ai loro 67 punti racimolati fin qui, al loro 4° powerplay della Lega, al 7° penalty killing del campionato e a quei 4 importantissimi punti di vantaggio (con tanto di scontri diretti a favore) che hanno sui “cugini” del Lugano. Non sarà moltissimo, forse, ma a 7 partite dalla fine… meglio averli che non averli.

I ragazzi di Cereda devono solo continuare a giocare come fatto per gran parte della stagione, evitando penalità sciocche ed errori grossolani come quelli commessi a Langnau che sono costati loro la partita. C’è un appuntamento, quello con i playoff, che va assolutamente (e meritatamente) raggiunto!

Guarda anche 

“Mi è tornata la passione grazie ai ragazzi che alleno”

LUGANO - Tanti infortuni, tre operazioni, tanta sofferenza fisica e morale ma alla fine Christian Stucki è riuscito ad uscire dall’incubo. Ha sme...
30.11.2021
Sport

HCL, ancora troppi errori individuali

LUGANO - Alcune considerazioni dopo la sfida fra i bianconeri e il Friborgo di venerdì sera, sfida terminata con la vittoria degli ospiti all'overtime (3-...
29.11.2021
Sport

Chad Silver, la fine tragica di un ragazzo perbene

Il 1998 verrà ricordato per le gesta sportive della Francia multietnica campione del mondo, per la doppietta di Marco Pantani (Giro e Tour), per il caso Fes...
25.11.2021
Sport

Lugano, crisi finita? Forse, ma è già cambiato tanto

LUGANO - Si era detto: il doppio confronto con Ambrì e Losanna potrebbe rappresentare la svolta per il Lugano. E così parebbe essere: dopo essersi aggi...
22.11.2021
Sport