Sport, 12 febbraio 2019

SONDAGGIO – Zebrati sempre nel mirino: cosa ne pensi?

Ancora una volta nel fine settimana Ambrì e Lugano hanno avuto da ridere per alcune scelte dei padroni di casa: voi come li valutate

LUGANO – Sempre nell’occhio del ciclone, ad ogni fischio o braccio alzato vengono criticati e insultati: stiamo parlando degli arbitri del nostro campionato di hockey. Sempre additati come avvezzi a fischiare contro le ticinesi e a favore delle altre compagni elvetiche, gli zebrati – ne siamo convinti – scendono sul ghiaccio col chiaro intento di fare il meglio, di dare il loro massimo e di restare equidistanti e imparziali.

Ci riescono? Certo a volte fanno arrabbiare e Ambrì e Lugano nel corso del weekend hanno dovuto penare anche per alcune scelte discutibili. Alla Valascia sabato abbiamo assistito ai 2’ di simulazione inflitti a Zwerger, ad esempio, o alla penalità per sgambetto inflitta a Fora che ha fatto infuriare il numero 29 che si è visto infliggere anche altri 2’ per comportamento antisportivo. Anche la penalità combinata al Ginevra per aggancio su Kubalik, lanciato a rete, ha fatto discutere: non poteva essere rigore?

Anche il Lugano venerdì si è potuto lamentare, tanto da ricevere 3 penalità nel solo primo periodo, che hanno fatto infuriare i tifosi presenti alla Cornèr Arena. Certo, poi quando le due compagini ticinesi giocano in trasferta, c’è a volte quella sensazione di essere puniti al primo episodio dubbio. Ma è realmente così?

Ciò che forse dà più fastidio, che fa arrabbiare maggiormente i tifosi, è la mancanza di uniformità non solo nella medesima partita, ma anche sull’arco dell’intera regular season. Che nei playoff il registro cambi, così come l’intensità del gioco, è un dato di fatto ed è anche normale, ma a volte è proprio l’uniformità di giudizio che varia da arbitro ad arbitro che fa arrabbiare.

Voi come giudicate i nostri arbitri?

Sondaggio

Come valuti gli arbitri di LNA?

Ottimi
Bravi
Sufficienti
Inadatti
Arbitrano contro le ticinesi, favorendo le svizzero tedesche/romande

Guarda anche 

Lugano: una ripartenza dalla quarantena che fa sorridere

LUGANO – Ebbene sì: dopo una quarantena per Covid si può ripartire. Magari con gli stessi pregi e difetti di prima, magari con una tenuta fisica non p...
25.10.2020
Sport

Subisce un check e sbatte la testa contro la porta: paralizzato a 18 anni!

OSLO (Norvegia) – È una delle notizie più brutte che un club di hockey può dare: i norvegesi del Frisk Asker hanno annunciato che il loro gioca...
23.10.2020
Sport

Hockey: e se il campionato si prendesse una pausa?

FRIBORGO – I numeri dei contagi da Covid-19 sono in ampia e costanza ascesa, aumentano anche i ricoveri e le presenze in terapia intensiva e, stando a quanto riport...
21.10.2020
Sport

1'000 spettatori sulle tribune: siamo alla resa dei conti?

BERNA – In un clima sempre più del terrore, fatto di numeri (a volte non esattamente chiari), di futuro incerto e di un presente non limpido, la decisione pr...
19.10.2020
Svizzera