Sport, 22 gennaio 2019

Insulti dai genitori all’arbitro 14enne: il coach ritira la squadra

L’episodio è avvenuto in Italia durante una partita di basket: l’allenatore ha provato a calmare gli animi ma ha ricevuto anche lui gli insulti degli spettatori

CARPENEDOLO (Italia) – Ci risiamo. Non sarà una violenza fisica, non sarà un’aggressione, ma se i genitori si permettono di insultare un arbitro di 14 anni in un campionato regionale, allora vuol dire davvero che la nostra società non si merita di vivere dal vivo lo sport, neanche quello dei bambini.

È questo ciò possiamo imparare da quanto avvenuto a Carpenedolo, in Italia, durante una partita di basket degli Under 13 tra l’Amico Basket Carprenedolo e la Negrini Pallacanestro Quintello 1996. A dirigere la sfida c’era un ragazzino di 14 anni, che aveva appena completato il corso di arbitro da due mesi.

Immediatamente dalle tribune sono partite le prime grida: “Fischi solo a loro, è passi, è fallo, non ci vedi? È un massacro, e i falli, e le mani addosso, non ci vedi, quello è antisportivo, e questo non lo vedi?".

Il risultato? Più aumentavano le grida, più i giocatori si innervosivano in campo.

All’inizio del terzo tempo, poi, l’apoteosi: “Sei un criminale. Che caxxo dai tecnico, vergognati cog**one. Vai a rifare il corso. Quanto ti pagano?”. In quel momento l’allenatore dei padroni di casa ha deciso di chiedere il timeout per parlare con le persone sugli spalti, ma anche lui a quel punto ha ricevuto gli insulti.

È così partita la decisione di chiedere la sospensione della gara, nonostante il vantaggio, per il clima assurdo che si era venuto a creare nell’impianto sportivo. La vicenda è stata raccontata dall’allenatore stesso sulla sua pagina Facebook.

Guarda anche 

Svolta epocale negli stadi: vietati anche i “vaffa” da parte delle curve

PARIGI (Francia) – Chi all’interno di uno stadio di calcio non ha mai sentito le curve insultare i tifosi avversari e le squadre rivali con il classico &ldquo...
20.08.2019
Sport

Pazzesco: presenta all’antidoping l’urina dell’amica. Squalificato perché… incinto!

GRAVELINES (Francia) – Sapeva che non avrebbe superato il test antidoping della FIBA e così, DJ Cooper playmaker statunitense, ha deciso di presentare un cam...
04.08.2019
Sport

“Dovrebbe scoppiare una bomba a Wimbledon”. Fognini se la cava con una piccola multa?

WIMBLEDON (Gbr) – Le scuse immediate potrebbero salvare, almeno in parte, Fabio Fognini, il tennista italiano eliminato da Wimbledon sabato e che aveva attaccato pe...
09.07.2019
Sport

VIDEO – “Non piango per la sconfitta! Andate a fan****! Ma non toccate i miei giocatori”

VENEZIA (Italia) – Da giocatore è sempre stato sopra le righe, nella vita privata anche – tanto da dire addio al suo matrimonio a pochi giorni dalle no...
20.06.2019
Sport