Svizzera, 21 gennaio 2019

L'europarlamentare tedesco: "La Svizzera può dimenticarsi che si tocchi la libera circolazione"

Secondo l'europarlamentare Elmar Brok, la Svizzera avrebbe "paura di sè stessa" per quel che concerne il futuro delle relazioni tra il nostro paese e l'Unione europea. In un'intervista rilasciata al Blick incentrata per lo più intorno alla Brexit, Blok avverte che le relazioni tra Svizzera e Regno Unito con l'Unione europea dovranno per forza di cose seguire i quattro pilastri dell'Unione europea, quelli che in pratica legano il libero commercio e la libera circolazione. Detto altrimenti, per Blok, i due paesi interessati non potranno limitare l'immigrazione senza andare incontro a ostacoli sul commercio.

Permettere che le cose vadano altrimenti – spiega il tedesco – significa lasciare ai due paesi la libertà di scegliere ciò che è nel loro interesse senza che abbiano alcun costo da pagare. "Ogni paese dell'UE ha un interesse maggiore verso un certo tipo di trattato europeo rispetto ad un altro e permettere ad ognuno di scegliere quale vuole equivale al caos" continua Brok per motivare il suo rifiuto categorico di venire incontro ai due paesi recalcitranti a firmare un nuovo accordo con Bruxelles con nuove concessioni.

Il deputato di Bruxelles, descritto come un fidato consigliere di Juncker, avverte quindi che non vi saranno concessioni che "alterino la struttura dell'UE e del suo mercato interno" e che la Svizzera può dimenticarsi che si entri nel merito di cambiamenti sulla libera circolazione, probabilmente in riferimento all'iniziativa dell'UDC che mira a denunciare l'accordo, tuttora in vigore nonostante che il popolo svizzero abbia votato nel 2014 un articolo costituzionale che obbliga la sua  

Guarda anche 

Clima, quasi la metà degli svizzeri si dice pronto a prendere meno l'aereo

Quasi la metà degli svizzeri si dice pronto a rinunciare almeno in parte all'aereo per ridurre il proprio impatto ambientale. Lo afferma un sondaggio condotto ...
17.06.2019
Svizzera

Xhaka… ancora con l’Aquila? Perseverare può essere controproducente

PRISTINA (Kosovo) – La scorsa estate il Mondiale della Svizzera ha fatto parlare non tanto per l’eliminazione subita – guarda caso – agli ottavi d...
17.06.2019
Sport

Cassis contro la SSR, "il DFAE ha pubblicato informazioni false"

Jean-Marc Crevoisier, capo della comunicazione del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), aveva presentato reclamo al ombusdamn della SSR Roger Blum per il mod...
17.06.2019
Svizzera

Londra troppo pericolosa, i somali rispediscono figli in Patria

A Londra i giovani somali vengono sempre più rimandati in Somalia dai loro genitori , perchè quest'ultimi ritengono il loro paese d'origin...
16.06.2019
Mondo