Svizzera, 21 gennaio 2019

L'europarlamentare tedesco: "La Svizzera può dimenticarsi che si tocchi la libera circolazione"

Secondo l'europarlamentare Elmar Brok, la Svizzera avrebbe "paura di sè stessa" per quel che concerne il futuro delle relazioni tra il nostro paese e l'Unione europea. In un'intervista rilasciata al Blick incentrata per lo più intorno alla Brexit, Blok avverte che le relazioni tra Svizzera e Regno Unito con l'Unione europea dovranno per forza di cose seguire i quattro pilastri dell'Unione europea, quelli che in pratica legano il libero commercio e la libera circolazione. Detto altrimenti, per Blok, i due paesi interessati non potranno limitare l'immigrazione senza andare incontro a ostacoli sul commercio.

Permettere che le cose vadano altrimenti – spiega il tedesco – significa lasciare ai due paesi la libertà di scegliere ciò che è nel loro interesse senza che abbiano alcun costo da pagare. "Ogni paese dell'UE ha un interesse maggiore verso un certo tipo di trattato europeo rispetto ad un altro e permettere ad ognuno di scegliere quale vuole equivale al caos" continua Brok per motivare il suo rifiuto categorico di venire incontro ai due paesi recalcitranti a firmare un nuovo accordo con Bruxelles con nuove concessioni.

Il deputato di Bruxelles, descritto come un fidato consigliere di Juncker, avverte quindi che non vi saranno concessioni che "alterino la struttura dell'UE e del suo mercato interno" e che la Svizzera può dimenticarsi che si entri nel merito di cambiamenti sulla libera circolazione, probabilmente in riferimento all'iniziativa dell'UDC che mira a denunciare l'accordo, tuttora in vigore nonostante che il popolo svizzero abbia votato nel 2014 un articolo costituzionale che obbliga la sua  

Guarda anche 

"Ancora una volta i cittadini sconfessano la casta"

Nonostante la probabile bocciatura a livello nazionale la Lega dei Ticinesi, tramite comunicato stampa, "prende atto con soddisfazione dell’esito della votazio...
27.09.2020
Ticino

FC Lugano: 25 anni fa, una memorabile impresa!

LUGANO - 25 anni fa, una vita, il Lugano eliminava clamorosamente l’Inter dall’allora Coppa UEFA (la moderna e attuale Europa League). Un evento storico ...
28.09.2020
Sport

L'Unione europea vuole abolire l'accordo di Dublino

La Commissione europea vuole abolire il cosiddetto "Regolamento di Dublino", che attribuisce la responsabilità di una richiesta di asilo al paese di prim...
17.09.2020
Mondo

"Accogliere i migranti di Moria significa incoraggiare la distruzione di altri centri profughi"

Il Consigliere nazionale Lorenzo Quadri in un'interpellanza al Consiglio federale chiede che la Svizzera non accolga migranti dall'isola di Lesbo per "non in...
16.09.2020
Svizzera