Ticino, 16 gennaio 2019

Team Ticino, l'ASF si propone come ente mediatore

Anno nuovo, problemi vecchi. La faida Team Ticino-Lugano è ancora tutta da risolvere e dopo l'incontro di metà novembre tra le parti in gioco (Lugano, Chiasso, Bellinzona, TT e FTC) regna ancora l'incertezza. Nella giornata di ieri nella intricata vicenda si è inserita l'Associazione Svizzera Football.

Come scritto a tutti i presidenti e le società coinvolte tramite e-mail, l'ASF intende "poter offrire a tutte le parti riguardate un contributo di mediazione inteso a sbloccare la situazione". Ecco come intende procedere l'ASF:

"1) Viene formato sotto il patrocinio nostro della Swiss Football League (SFL) un comitato di mediazione.

2) Il comitato di mediazione è composta da: Fabio Regazzi, rappresentante ATT; Robert Breiter, rappresentate ASF; Gianluca Airaghi, rappresentante SFL.

3) Il comitato di mediazione procederà a breve a sentire nel corso di un’unica giornata nell’ordine due rappresentanti ciascuno di a. F.C. Lugano SA; Football Club Chiasso 2005; AC Bellinzona; Federazione Ticinese di Calcio e. ATT. Ciascun incontro avrà la durata di massimi 90 minuti. A ciascun incontro i due rappresentanti avranno modo di esprimere il punto di vista dell’organizzazione rappresentata sulla situazione venutasi a creare, fornendo eventualmente dati e documenti a supporto, aggiungendo auspicabilmente anche proposte di soluzione.

4) Svolto quanto indicato al precedente punto 3, il comitato di mediazione valuterà per prima cosa se ritiene dati i presupposti per iniziare un’attività di mediazione tra le parti. Vi fossero i presupposti, il comitato di mediazione stabilirà come intende procedere oltre. Se ciò non fosse invece il caso, senz’altro Vi comunicheremo per iscritto l’interruzione di questa nostra iniziativa.

5) Ogni e qualsiasi sforzo da parte nostra terminerà al più tardi il 31 marzo 2019, e questo indipendentemente dagli esiti e risultati a quel punto raggiunti;

6) L’intervento nostro e dei rappresentanti da noi designati è gratuito. Contiamo sul fatto che tutte le parti riguardate sappiano cogliere il vero spirito di questa nostra spontanea iniziativa, che è di mero supporto senza nulla voler né poter imporre. Per motivi organizzativi Vi chiediamo cortesemente di voler dare risposta alla presente entro e non oltre il prossimo 21 gennaio".

Guarda anche 

Infermiere arrestato, svolta nell'inchiesta: è accusato di omicidio intenzionale

Nell'ambito del procedimento penale per sospetti maltrattamenti in danno di alcuni pazienti del reparto di Medicina 1 dell'Ospedale regionale di Mendrisio, il Min...
22.02.2019
Ticino

A scuola con la pistola, "solo una bravata"

"Una bravata". Niente di più, niente di meno. È così che ha commentato il direttore dell'Elvetico don Claudio Cacioli al Corriere ...
22.02.2019
Ticino

Lugano, bambino di quinta elementare a scuola con una pistola vera

Ha dell'incredibile quanto successo nella giornata di lunedì all'Istituto Elvetico di Lugano. Come riferisce la RSI, un bambino di quinta elementare ha por...
21.02.2019
Ticino

Incidente sul lavoro a Rancate, morto l'operaio

La Polizia cantonale comunica che oggi poco prima delle 13 vi è stato un grave infortunio sul lavoro presso un'azienda in via Alla Rossa a Rancate, attiva nel ...
21.02.2019
Ticino