Sport, 14 gennaio 2019

Ambrì, senza “fuoco sacro” rischi di sciupare tutto

I leventinesi hanno chiuso un weekend da 0 punti e si ritrovano ora ottavi con 2 sole lunghezze di vantaggio sul Friborgo

AMBRÌ – Lo diciamo da tempo, da settimane, da mesi: il campionato 2018/19 è di gran lunga il campionato più incredibile, più equilibrato e il più difficile da analizzare degli ultimi anni. Fatta eccezione per le prime due della graduatoria – Zugo e Berna – e le ultime due – Rapperswil e Davos – tutte le altre squadre, dal Bienne terzo al Lugano decimo, sono raggruppate in 10 punti! Pazzesco! Ecco perché incappare in un weekend nero, in un weekend stregato, in un weekend da 0 punti può pesare tantissimo.

Ne sa qualcosa l’Ambrì che, dopo lo sfortunato KO di Bienne di sabato, ci ha messo del suo ieri facendosi sorprendere in casa dal Friborgo. Un match, quello della Valascia, che ha visto i biancoblù sbagliare tanto, se non tantissimo, sicuramente troppo al cospetto dei burgundi capaci di imporsi in 3 delle ultime 5 uscite stagionali e che venerdì si recheranno a Lugano. La truppa di Cereda ha pagato una “giornata no”, in cui poco hanno messo sul ghiaccio tutto e il risultato maturato fotografa appieno ciò che si è visto su tutto l’arco dei 60’.

A 17 partite dalla fine, con 2 soli punti di vantaggio sulla linea, sullo stesso Friborgo, a +6 sul Lugano, ma anche a -4 dal terzo posto, l’Ambrì non può permettersi il lusso di cullarsi su quanto fatto fin qui, non può basarsi soltanto sulle invenzioni di Zwerger-Kubalik-Müller e sulle parate di Conz: i leventinesi non devono deviare il loro cammino, non possono permettersi troppi scivoloni perché deragliare e sciupare quanto fatto fin qui, specie per mancanza di quel famoso “fuoco sacro” sarebbe davvero un peccato.

Guarda anche 

Cassis contro la SSR, "il DFAE ha pubblicato informazioni false"

Jean-Marc Crevoisier, capo della comunicazione del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), aveva presentato reclamo al ombusdamn della SSR Roger Blum per il mod...
17.06.2019
Svizzera

Reuille: “Che cosa mi preoccupa? La malvagità degli uomini”

LUGANO - Ben 1030 partite disputate con la maglia del Lugano, una decina di apparizioni in nazionale ed un titolo vinto, sempre con l’HCL, nel 2006. La nostra rubri...
17.06.2019
Sport

SONDAGGIO – HCL, una barca in mezzo al lago: sono stati presi “i remi” giusti?

LUGANO – Dopo un lungo silenzio partito con la fine della tribolata stagione dello scorso anno, il Lugano lo scorso mese ha completato quei tasselli che erano rimas...
14.06.2019
Sport

In ballo c’è la Stanley Cup: un biglietto costa in media 3600 dollari!

BOSTON (USA) – L’adrenalina sale, l’attesa anche: gara-7 di finale mercoledì notte metterà in palio la Stanley Cup. Boston, dopo aver vint...
11.06.2019
Sport