Mondo, 13 gennaio 2019

Il terrorista Cesare Battisti arrestato in Bolivia, il "piccolo regalo" di Bolsonaro a Salvini

Il terrorista italiano Cesare Battisti è stato arrestato in Bolivia questa notte (tra sabato e domenica) e tornerà a breve in Brasile, da dove è probabile che verrà estradato verso l'Italia per scontare la sua condanna a vita, in accordo con la decisione giustizia italiana" ha tweetato Filipe G. Martins, consigliere speciale del nuovo presidente brasiliano Jair Bolsonaro degli affari esteri.



Presto in Italia


Farà tappa in Brasile, prima di essere estradato in Italia, dove è stato condannato all'ergastolo ha affermato domenica il ministro della Sicurezza Istituzionale del Brasile. "Passerà dal Brasile. Resta solo da definire il piano di volo" ha detto il ministro Augusto Heleno a Brasilia ai giornalisti, dopo un incontro con il presidente Jair Bolsonaro e altri membri del governo.

"Battisti è stato preso!"

I principali media brasiliani riferiscono che Battisti è stato intercettato nella città di Santa Cruz de la Sierra, citando fonti della polizia federale brasiliana. La Polizia di Stato italiana ha riferito che l'arresto è stata effettuato da una squadra di polizia italiana e boliviana, sottolineando il ruolo "fondamentale" svolto dalla sezione italiana anti-terrorismo e la cooperazione internazionale di polizia.

Secondo quanto riferisce "Il Giornale" il fuggitivo 64enne era stato avvistato in strada tardo pomeriggio di Sabato da una squadra speciale di Interpol. Cesare Battisti indossava una barba finta e un paio di baffi finti, e aveva in suo possesso un documento di identità brasiliano.

"Battisti è stato preso! La democrazia è più forte del terrorismo " ha tweettato domenica Antonio Bernardini, ambasciatore italiano in Brasile.

Bolsonaro consegna un "regalo"

Il figlio del nuovo presidente del Brasile, il deputato Eduardo Bolsonaro, nel frattempo ha scritto sullo stesso social network in italiano con una foto di Battisti: "Il Brasile non è più una terra di banditi. Matteo Salvini, il "piccolo regalo" è arrivo".



Il ministro dell'Interno italiano Matteo Salvini ha ringraziato in un comunicato la polizia in Italia e all'estero che ha portato all'arresto "di un delinquente che non merita una vita comoda in spiaggia, ma merita di finire i suoi giorni in galera."

Il leader della Lega ha anche ringraziato il presidente brasiliano Jair Bolsonaro entrato in carica il 1 ° gennaio 2018.

"Un assassino coccolato dalle sinistre"

"Il primo pensiero ai famigliari delle vittime di un assassino che per anni si è goduto una vita vigliaccamente tolta ad altri, coccolato dalle sinistre." ha detto Matteo Salvini.



L'ex presidente Michel Temer aveva firmato a metà dicembre l'estradizione richiesta da anni dall'Italia, dove è stato condannato in contumacia nel 1993 all'ergastolo per quattro omicidi e complicità in omicidi gli anni '70.

Esilio brasiliano

Ex militante di un gruppo di sinistra classificato come terrorista dalla giustizia italiana, i Proletari armati per il comunismo, Battisti è stato implicato in diversi omicidi e altri reati. Ha vissuto in esilio in Brasile dal 2004, dopo aver trascorso quasi 15 anni in Francia .

Dopo una permanenza in carcere e un lungo processo giudiziario per estradarlo, il presidente di sinistra Luiz Inacio Lula da Silva (2003-2011) decise nel 2010 di non estradare il fuggiasco all'Italia. Jair Bolsonaro aveva ribadito a dicembre la sua intenzione di estradare il terrorista, dicendo che il governo italiano poteva "fidarsi" di lui per rimandarlo al suo paese d'origine.  

Guarda anche 

Aveva aggredito due donne a Lecco, non verrà processato

Non sarà processato il 24enne togolese che un mese fa aggredì due donne in un sottopassaggio della stazione ferroviaria di Lecco (vedi articoli correlati). ...
14.10.2019
Mondo

Como, 13enne rapinata e violentata da due connazionali

Una tredicenne nigeriana è stata violentata a Como da due connazionali ventenni, che sono poi stati arrestati per violenza sessuale su minorenne nella notte tra sa...
10.10.2019
Mondo

Trieste, ladro sudamericano spara in Questura: morti due poliziotti

Ieri pomeriggio due poliziotti sono stati uccisi all'interno della Questura di Trieste da un rapinatore straniero che avevano arrestato poco prima. L'autore, come...
05.10.2019
Mondo

Il razzismo nel calcio? “Peggio chi simula”. La gaffe dell’anno arriva dall’Italia

ROMA (Italia) – Il razzismo nel calcio è sempre un tema che fa discutere e chiacchierare. FIFA e UEFA da anni combattono questo problema, anche con prese di ...
27.09.2019
Sport