Mondo, 11 gennaio 2019

Salvini in Polonia: "È tempo di sostituire l'asse franco-tedesco con l'asse italo-polacco"

Il ministro dell'Interno italiano e leader della Lega Matteo Salvini, ha annunciato il 10 gennaio di aver proposto un "programma comune" per l'Europa al leader del partito di diritto e giustizia (PiS) in Polonia, Jaroslaw Kaczynski (a destra nella foto), in vista delle elezioni al Parlamento europeo di maggio.

Se questo programma ancora "non esiste" Salvini ha dichiarato, in una conferenza stampa lo stesso giorno a Varsavia, di concordare al "90%" con Jaroslaw Kaczynski.

Solo un tema non è stato discusso, ha detto Matteo Salvini: le sanzioni contro la Russia, di cui dubita dell'efficacia.

I patti è meglio presentarli prima delle elezioni e non dopo

"Ho proposto, al fine di superare le differenze tra le parti, le differenze dovute alla geografia e alla tradizione culturale, un contratto per l'Europa, un patto per l'Europa, che non esiste ancora, io non sono non venutocon un prodotto già finito ", ha precisato il ministro degli Interni italiano.

Che forma dovrebbe avere la collaborazione tra i due paesi? Secondo Matteo Salvini, potrebbe essere un "patto per l'Europa" in dieci punti. Gli elettori in diversi paesi europei deciderebbero quindi "se sono d'accordo o in disaccordo" con queste proposte.

"Ci lavoreremo nei prossimi giorni. Prima delle elezioni I patti, è meglio presentarli prima delle elezioni, e non dopo " ha detto Salvini.

Italia e Polonia, "protagonisti della nuova primavera europea"

Dichiarando di sperare che un'alleanza di "tutti coloro che vogliono salvare l'Europa" occupi il secondo o addirittura il primo posto nel Parlamento europeo, ha ripetuto che era giunto il momento di "sostituire l'asse franco-tedesco con un asse italo-polacco" e descritto come i "veri euroscettici" coloro che hanno governato l'Europa negli ultimi anni.

Secondo la portavoce del polacco PiS Beata Mazurek, l'incontro di Salvini-Kaczynski "ha aperto la strada a ulteriori contatti" e ha permesso di discutere "questioni divergenti" tra le due parti.

Fin dall'inizio della sua visita a Varsavia per alcune ore, il "capitano" aveva detto che l'Italia e la Polonia sarebbero state i "protagonisti della nuova primavera europea" che Salvini invoca per riformare l'Unione europea. Stava parlando ai media dopo un incontro con il ministro degli interni polacco Joachim Brudzinski.

La sua controparte polacca ha sottolineato che Italia e Polonia erano d'accordo su quasi tutti gli argomenti. I due paesi, ha insistito, "non intendono lasciare l'Unione europea" perché sono "parte integrante dell'Unione". Al contrario, vorrebbero "rafforzarlo", "migliorare la sicurezza" e "riformarla" in modo che fosse "più vicina ai cittadini che alle élite".

Matteo Salvini ha anche incontrato durante la sua visita in Polonia il capo del governo conservatore, Mateusz Morawiecki. In un'intervista al canale americano CNBC, il leader dell'esecutivo polacco aveva precedentemente sottolineato la vicinanza delle posizioni tra Roma e Varsavia.

Guarda anche 

SONDAGGIO – Super League a 12 squadre: favorevole o contrario?

LUGANO – Non sarà una semplice giornata come le altre quella del 23 novembre per la Super League, infatti i club saranno chiamati a esprimersi sui possibili ...
22.08.2019
Sport

Sfide stellari e incroci da capogiro: ecco le insidie europee del Lugano

LUGANO – Mancano ancora i playoff, mancano 10 giorni al sorteggio che si terrà a Montecarlo il prossimo 30 agosto alle 13, mancano ancora le ultime 21 qualif...
20.08.2019
Sport

20 sconfitte di fila con lui in campo: che disastro per Grealish

BIRMINGHAM (Gbr) – È vero che nel calcio si può vincere ma anche perdere, ma quando si esagera… entra in ballo anche la cabala. Provate a doman...
19.08.2019
Sport

Cantiamo Sottovoce, precursore di Internet e YouTube

Superata con slancio la boa del Cinquantesimo, il Gruppo Cantiamo Sottovoce prosegue il suo cammino alla ricerca del piacere di cantare insiem...
18.08.2019
Ticino