Sport, 04 gennaio 2019

Kostner si gode la vittoria e stimola l’Ambrì: “Ottimo primo tempo, ma i minuti finali vanno gestiti”

L’attaccante dei leventinesi ha analizzato il derby vinto per 4-3 in casa del Lugano

LUGANO – C’è voglia di sorridere, c’è voglia di fare festa – giusta, ma moderata – in casa Ambrì dopo il successo colto nel derby disputato questa sera alla Cornèr Arena. Un derby meritatamente vinto dai biancoblù, che hanno rischiato di gettare alle ortiche un triplo vantaggio nel finale quando in pochi secondi hanno incassato le due reti dei padroni di casa che hanno riaperto una contesa. Non una novità per i leventinesi che già a Davos si erano fatti riprendere negli ultimi istanti, prima di cedere il passo ai rigori: “Questi momenti dobbiamo ancora imparare a gestirli – ha commentato uno degli ex turno, Diego Kostner – Non per forza dobbiamo chiudere le partite, ma sicuramente non dobbiamo buttare via i dischi a caso… dobbiamo saper difendere il risultato. Da questo successo dobbiamo imparare anche questo”.

Siete stati bravi a indirizzare subito alla grande la partita, subendo poi un po’ il loro ritorno…
Abbiamo disputato un gran primo tempo, abbiamo creato pressione e grandi occasioni, riuscendo anche a concretizzarle. Ci aspettavamo la loro reazione, lo sapevamo, ma abbiamo avuto lo stesso un po’ di paura, commettendo errori banali.

Eppure l’avevate gestita alla grande fino a 5’ dalla fine…
Sì, ma li abbiamo fatti rientrare: non possiamo aspettarli bassi, altrimenti se prendono velocità diventa impossibile prenderli ed ostacolarli.

Si parla tantissimo di Kubalik… oggi non ha segnato e l’Ambrì ha vinto lo stesso. Ci credete ancora di più ai playoff?
Non scopriamo oggi il suo valore, né l’importanza di ogni singola linea. Chiaro la prima ci sta aiutando tantissimo, ma anche noi altri dobbiamo fare il nostro. Per i playoff il discorso è lungo e complicato: ci sono troppe partite, troppi punti ancora in ballo. Sembrerà una frase fatta, ma pensarci ora avrebbe poco senso…

Guarda anche 

Tutto sul nuovo coach HCL: Sami Kapanen, dalla A alla Z

LUGANO - Sami Hannu Antero Kapanen è l’uomo giusto per far tornare il Lugano ai massimi livelli nazionali? I dirigenti bianconeri, Vicky Mantegazza in t...
15.04.2019
Sport

VIDEO - Zugo (e Lugano) sorridono: nulla di grave per Suri?

BERNA – Avranno sudato freddo in simbiosi, tifosi e staff dello Zugo e del Lugano: il colpo subito ieri da Reto Suri da parte di Adam Almquist, durante gara-1 di fi...
12.04.2019
Sport

Kapanen, il nuovo che avanza. Che Lugano possiamo aspettarci?

LUGANO – L’ultima immagine di Sami Kapanen in Svizzera era datata 31 dicembre 2018: col suo KalPa Kuopio, infatti, il neo allenatore del Lugano aveva trionfat...
08.04.2019
Sport

05.04.99-05.04.19: 20 anni fa il Lugano si prendeva la Valascia, il Ticino e la Svizzera

LUGANO/AMBRÌ – Sia i tifosi del Lugano che quelli dell’Ambrì – i bianconeri ci hanno fatto su anche un coro da cantare ad ogni derby &ndas...
05.04.2019
Sport