Mondo, 27 dicembre 2018

I cristiani di Siria tornano a festeggiare il Natale

I cristiani di Siria della regione di Aleppo hanno potuto festeggiare il Natale come non succedeva da anni a causa della sanguinosa guerra civile. 

Da quando le forze governative siriane e i loro alleati hanno liberato Aleppo dopo quattro anni e mezzo di assedio terminati pochi giorni prima del Natale 2016, i cristiani possono celebrare la loro religione con una libertà che non vedevano da prima del sanguinario conflitto.

Nelle scene riprese dall'emittente Ruply mostrano bambini che cantano, i fuochi d'artificio, persone travestite da babbo natale. Scene di felicità e spensieratezza che devono avere un valore del tutto particolare per una comunità ha sofferto soprusi indicibili
ed era spesso nel mirino dei terroristi islamici.

Scene che sono anche un tributo a coloro che hanno pagato con la loro vita per la libertà che Aleppo ha ritrovato solo recentemente e che ha permesso a molti di tornare alle loro terre e ai loro villaggi.

Una residente locale, parlando con Ruptly, ha dichiarato: "Speriamo di poter ricostruire la Siria come era prima. Questo è un omaggio a un popolo determinato, paziente e vittorioso di Aleppo. Speriamo che tutta la Siria sia come [Aleppo] e che possiamo sbarazzarci del terrorismo. Speriamo che la vittoria arrivi presto. Buon Natale."

Qui sotto un breve video di tre minuti dei festeggiamenti di Natale ad Aleppo.

Guarda anche 

Elon Musk fa infuriare Zelensky e il suo entourage

Uno scambio tra il miliardario statunitense Elon Musk e il presidente Volodymyr Zelensky e altri funzionari ucraini su Twitter in merito all'invasione russa si &eg...
04.10.2022
Mondo

Per l'UE, pace in Ucraina “quasi impossibile” dopo le annessioni russe

Sabato, il capo della diplomazia europea, Josep Borrell, ha dichiarato che l'annessione delle regioni di Donetsk, Lugansk, Zaporijjia e Kherson rende "quasi impo...
02.10.2022
Mondo

Si riaccende il conflitto tra Armenia e Azerbaidjan, violenti scontri al confine

Martedì l'Armenia ha dichiarato che almeno 49 dei suoi soldati sono stati uccisi in scontri lungo il confine con l'Azerbaidjan, dopo una brusca escalati...
13.09.2022
Mondo

Per Blocher la Svizzera è "parte belligerante" della guerra in Ucraina e "in parte" responsabile della morte di soldati russi"

Christoph Blocher ha attaccato la politica federale sulla guerra in Ucraina giovedì scorso, come riporta la SonntagsZeitung di oggi. In un articolo intitolata &quo...
22.08.2022
Svizzera