Sport, 14 dicembre 2018

Morte assurda: trucidato perché tifoso dei rivali!

È successo in Argentina a un tifoso del River Plate, assassinato da due fratelli sostenitori del Boca Juniors

MISIONES (Argentina) – Si può morire per il tifo di una squadra di calcio? In Argentina evidentemente sì: a conferma di quanto avvenuto qualche settimana fa prima del match di ritorno della finale di Copa Libertadores tra River e Boca, partita poi disputata a Madrid, ecco il caso di omicidio di un tifoso dei Milionarios che stava festeggiando il successo della propria squadra contro gli odiati cugini.

Ad aggredire Exequeil Aaron Neris sono stati infatti due fratelli
tifosi degli Xenezies che gli hanno reciso un’arteria femorale. Portato in ospedale è riuscito a chiamare la madre e dirle che era stato aggredito perché tifoso del River.

Stando al “Clarin”, il 21enne è stato aggredito perché indossava la maglia del River Plate: la polizia ha rinvenuto il coltello dell’aggressione in una latrina e poi ha fermato i sospettati: sono due fratelli, di 18 e 22 anni, supporters del Boca Juniors.

Guarda anche 

Su Lovric c’è la coda: la Sampdoria fa sul serio

LUGANO – In rete nuovamente ieri nella sfortunata sfida di Coppa contro il Lucerna, Sandi Lovric è sicuramente il fiore all’occhiello del Lugano. Il ce...
14.04.2021
Sport

Tra vento e rigori… il Lucerna costa 3'000'000 al Lugano

LUGANO – Se il Lugano ha ripreso a volare in campionato, tanto da occupare il terzo posto in classifica, martedì a volare è stato il pallone che, sosp...
15.04.2021
Sport

De Rossi e il covid: “Ho avuto paura, se non fossi venuto in ospedale…”

ROMA (Italia) – Ha fatto tremare tutti gli amanti del calcio Daniele De Rossi. Lui, protagonista con la maglia della Roma fino a poche stagioni fa e al Mondiale del...
11.04.2021
Sport

1980, un brutto Europeo. Vince la solita Germania

LUGANO - È un Europeo che nasce sotto una cattiva stella. Lo organizza l’Italia e proprio nel Belpaese tre mesi prima del fischio d’inizio es...
13.04.2021
Sport