Sport, 14 dicembre 2018

Morte assurda: trucidato perché tifoso dei rivali!

È successo in Argentina a un tifoso del River Plate, assassinato da due fratelli sostenitori del Boca Juniors

MISIONES (Argentina) – Si può morire per il tifo di una squadra di calcio? In Argentina evidentemente sì: a conferma di quanto avvenuto qualche settimana fa prima del match di ritorno della finale di Copa Libertadores tra River e Boca, partita poi disputata a Madrid, ecco il caso di omicidio di un tifoso dei Milionarios che stava festeggiando il successo della propria squadra contro gli odiati cugini.

Ad aggredire Exequeil Aaron Neris sono stati infatti due fratelli tifosi degli Xenezies che gli hanno reciso un’arteria femorale. Portato in ospedale è riuscito a chiamare la madre e dirle che era stato aggredito perché tifoso del River.

Stando al “Clarin”, il 21enne è stato aggredito perché indossava la maglia del River Plate: la polizia ha rinvenuto il coltello dell’aggressione in una latrina e poi ha fermato i sospettati: sono due fratelli, di 18 e 22 anni, supporters del Boca Juniors.

Guarda anche 

Il Lugano non vince più: col Lucerna arriva un punticino

LUGANO – Dopo la buona prestazione offerta a Copenaghen, che ha ridato morale alla squadra ma non ha permesso al Lugano di interrompere l’infinita striscia di...
22.09.2019
Sport

Mattia Croci-Torti e il calcio: "Walter Pellegrini il ticinese migliore"

LUGANO - Mattia Croci Torti è uno dei personaggi più simpatici e umani dell’ingessato panorama sportivo ticinese. Semplice, modesto, sempre pront...
22.09.2019
Sport

Finalmente anche le donne allo stadio… ma solo per la Nazionale!

TEHERAN (Iran) – Dopo le tante supposizioni, finalmente è arrivata l’ufficialità. Un’ufficialità minima ma importante che abbatte u...
20.09.2019
Sport

Lugano si intravede un po’ di luce, ma servirebbero 11 Sabbatini

COPENAGHEN (Danimarca) – E sono sei! Sono sei le sconfitte di fila incassate dal Lugano tra campionato, Coppa Svizzera ed Europa League. Questa volta però c&...
20.09.2019
Sport