Svizzera, 04 dicembre 2018

Il Consiglio federale ha deciso, l'Aquarius non batterà bandiera svizzera

La nave Aquarius non batterà bandiera svizzera. Il Consiglio federale ritiene che tale azione minerebbe gli sforzi coordinati dell'UE nel risolvere la crisi migratoria nel Mediterraneo.
Le operazioni di soccorso del Mediterraneo richiedono un approccio alla ammissione di rifugiati e coordinata sulla base di una distribuzione equa, sostiene la risposta del governo a diverse interpellanze di PS, i Verdi e il PLR, pubblicata lunedi. Qualsiasi azione isolata, come l'assegnazione di una bandiera svizzera a una particolare nave, metterebbe a repentaglio un'azione comune.

Nessuna eccezione

Il Consiglio federale e ha rifiutato di applicare la clausola di eccezione della legge sulla navigazione marittima Aquarius nave, come richiesto dagli interpellanti. Ritiene inoltre impossibile stabilire una strategia generale per la flotta marittima svizzera per partecipare ai salvataggi nel Mar Mediterraneo. La Confederazione può obbligare quest'ultima a rifornire i paesi in caso di grave penuria.

Di proprietà delle ONG SOS Méditeranèe e Medicins sans Frontieres, la nave Aquarius ha aiutato circa 30'000 migranti a raggiungere l'Europa in due anni. Ha perso la bandiera di Panama alla fine di settembre. Da allora, è ferma nelle acque del porto di Marsiglia, in Francia.  

Guarda anche 

Quando gli stranieri guadagnano più degli svizzeri

La remunerazione dei lavoratori stranieri solleva in genere il timore di una pressione al ribasso. Ma in alcune attività dell'economia svizzera, gli stranieri ...
16.02.2019
Svizzera

L'immigrazione è aumentata nel 2018 (nonostante l'entrata in vigore dell'iniziativa contro l'immigrazione di massa)

Nel 2018, oltre 140'000 persone sono immigrate in Svizzera, l'1,7% in più rispetto all'anno precedente. Questo nonostante l'entrata in vigore della...
15.02.2019
Svizzera

"Al Consiglio federale piace farsi prendere in giro dall’Italia? A noi no"

"Sconcerto, ma nessuna sorpresa". La Lega dei Ticinesi, in un comunicato trasmesso ai media, prende posizione sulla risposta del Consiglio federale all'inte...
14.02.2019
Ticino

Confederazione contraria al blocco dei ristorni, Quadri: “il Ticino è stufo di pagare per tutti”

Con l'Italia è meglio il dialogo, non il confronto. No quindi a un eventuale blocco dei ristorni da parte del canton Ticino. È questa, in sostanza, la r...
14.02.2019
Svizzera