Sport, 02 dicembre 2018

“Impossibile essere gay nel calcio”: parla un ex calciatore omosessuale

Francesco Zecchini ha raccontato le difficoltà che possono incontrare i giocatori gay

MILANO (Italia) – Giocare a calcio è la passione e il divertimento per tanti ragazzi, per alcuni diventa anche una professione. Ma se sei gay, ecco che tutto può diventare più difficile: è quello che ha tentato di spiegare Francesco Zecchini, ex portiere e figlio d’arte, che ha giocato delle giovanili della Sampdoria, per poi militare sempre in Italia tra Serie D e Serie C.

Il ragazzo, però, ha interrotto la sua carriera a causa della sua omosessualità, un tabù che nel calcio ancora non riesce a essere sfatato. “Sapevo che la mia vita
privata e il lavoro da calciatore non potevano essere compatibili”.

Ospite al programma “W l’Italia”, Zecchini ha spiegato quanto sia complicato essere gay nel mondo del pallone. “A fine anno discutevo sempre il mio contratto e se i direttori sportivi avessero saputo della mia omosessualità avrebbero scelto qualcun altro. Non sarebbe neanche stato semplice entrare in campo davanti a 10'000 persone e per questo non ho mai pensato di fare coming out”.

Non è difficile credere alle sue parole anche se, nel 2018, sembra tutto così assurdo…

Guarda anche 

I premi per il Mondiale? Tutti in beneficenza

MONACO DI BAVIERA (Germania) – Il Canada, per la prima volta da Messico ’86, si è qualificato per il Mondiale di calcio che si terrà da novembre...
05.08.2022
Sport

Bottani illumina, il Lugano non brilla ma rialza la testa

WINTERTHUR – Per il calcio spettacolo, prego ripassare (non che l’anno scorso il Lugano fosse spumeggiante, in effetti), ma viste le prime due sconfitte in ca...
01.08.2022
Sport

Gianluca Pessotto, il dramma di un calciatore perduto

TORINO (Italia) - Il 27 giugno 2006 l’Italia calcistica è nella bufera: l’inchiesta dei magistrati ha appena scoperchiato un sistema di corruzione...
29.07.2022
Sport

Rivoluzione inglese: colpi di testa banditi, fino a 12 anni solo col pallone ai piedi

LONDRA (Gbr) – Se non è una rivoluzione, poco ci manca. Specie per il calcio inglese, vigoroso, spigoloso, fisico, in cui il colpo di testa è quasi un...
28.07.2022
Sport