Sport, 02 dicembre 2018

“Impossibile essere gay nel calcio”: parla un ex calciatore omosessuale

Francesco Zecchini ha raccontato le difficoltà che possono incontrare i giocatori gay

MILANO (Italia) – Giocare a calcio è la passione e il divertimento per tanti ragazzi, per alcuni diventa anche una professione. Ma se sei gay, ecco che tutto può diventare più difficile: è quello che ha tentato di spiegare Francesco Zecchini, ex portiere e figlio d’arte, che ha giocato delle giovanili della Sampdoria, per poi militare sempre in Italia tra Serie D e Serie C.

Il ragazzo, però, ha interrotto la sua carriera a causa della sua omosessualità, un tabù che nel calcio ancora non riesce a essere sfatato. “Sapevo che la mia vita privata e il lavoro da calciatore non potevano essere compatibili”.

Ospite al programma “W l’Italia”, Zecchini ha spiegato quanto sia complicato essere gay nel mondo del pallone. “A fine anno discutevo sempre il mio contratto e se i direttori sportivi avessero saputo della mia omosessualità avrebbero scelto qualcun altro. Non sarebbe neanche stato semplice entrare in campo davanti a 10'000 persone e per questo non ho mai pensato di fare coming out”.

Non è difficile credere alle sue parole anche se, nel 2018, sembra tutto così assurdo…

Guarda anche 

“Mi era stato detto che i napotelani erano razzisti, vedo che è vero”: lo sfogo della compagna di Malcuit

NAPOLI (Italia) – Soltanto una settimana fa la FIFA ha deciso di rendere ancora più severe le leggi contro il razzismo negli stadi: pene raddoppiate e partit...
18.07.2019
Sport

VIDEO – A 14 anni lancia un appello a Mihajlovic: “Ho la leucemia, ti aspetto in ospedale e vinciamo assieme questa battaglia”

BOLOGNA (Italia) – “Da martedì sarò in ospedale, non vedo l’ora di cominciare, perché prima comincio e prima finisco”. Cos&ig...
16.07.2019
Sport

L’Inter gioca a Lugano, Icardi gioca con i figli… Wanda si blocca nel lago di Como. Salvata dall’acqua

COMO (Italia) – Domenica si è chiusa la prima parte del ritiro estivo dell’Inter, quella vissuta a Lugano, tra Villa Sassa e Cornaredo, che ha avuto co...
16.07.2019
Sport

“Mancata la freschezza, ma dopo 4 settimane di preparazione…”

LUGANO – Ci ha pensato Mijat Maric, il veterano, il capitano, a fotografare la sfida giocata dal Lugano e persa per 2-1 contro l’Inter, valida per la Casin&og...
15.07.2019
Sport