Svizzera, 25 novembre 2018

Chiaro no all'iniziativa per l'autodeterminazione, sì alla sorveglianza degli assicurati e no alle vacche con le corna

Dopo lo spoglio di 14 cantoni, è pressochè certa la bocciatura dell'iniziativa per l'autodeterminazione, anche detta "diritto svizzero anzichè giudici stranieri". Finora nessun cantone ha accolto l'iniziativa e in taluni la percentuale dei "no" è superiore anche al 60%.

Delusione fra i promotori con il presidente dell'UDC Albert Roesti che denuncia una "campagna aggressiva e calunniosa" portata avanti dai contrari. "Eravamo preparati al no" commenta da parte sua il consigliere nazionale Thomas Matter. Per Hans-Ueli Vogt, "padre" dell'iniziativa, si dice invece deluso dall'ampiezza dei no.

Chiare anche le tendenze per gli altri due oggetti in votazione : la sorveglianza degli assicurati è stata accolta da tutti i cantoni tranne il Giura e sarà quasi sicuramente accolta mentre è quasi certamente bocciata l'iniziativa sulle vacche con le corna, bocciata da tutti i cantoni tranne tre.

Guarda anche 

SONDAGGIO – Super League a 12 squadre: favorevole o contrario?

LUGANO – Non sarà una semplice giornata come le altre quella del 23 novembre per la Super League, infatti i club saranno chiamati a esprimersi sui possibili ...
22.08.2019
Sport

Cantiamo Sottovoce, precursore di Internet e YouTube

Superata con slancio la boa del Cinquantesimo, il Gruppo Cantiamo Sottovoce prosegue il suo cammino alla ricerca del piacere di cantare insiem...
18.08.2019
Ticino

Per Cassis la Svizzera non è una priorità: grazie PLR!

“Non mi sentirete mai dire Switzerland first”. Chi ha pronunciato questa frase? Il manager straniero di una multinazionale? Un soldatino o una soldatina del P...
05.08.2019
Svizzera

Cassis: "Da me non sentirete mai dire che la Svizzera viene per prima"

"Da me non sentirete mai dire Switzerland First": lo afferma il consigliere federale Ignazio Cassis in un intervista pubblicata domenica dal SonntagsBlick, seco...
05.08.2019
Svizzera