Sport, 25 novembre 2018

Sgozzato (e forse evirato): l’atroce morte del 24enne Freitas

L’autopsia ha chiarito le cause del decesso del giocatore brasiliano, ma non ha potuto stabilire se quando è stato evirato fosse ancora vivo

SAN JOSÉ DOS PINHAIS (Brasile) – Emergono sempre nuovi dettagli relativi all’assurda morte di Daniel Freitas, il 24enne giocatore brasiliano del Sao Bento, trovato morto in un boschetto nello stato brasiliano del Paranà. L’autopsia effettuata ha infatti stabilito che ad ucciderlo sia stata una pugnalata ricevuta al collo: “La parziale decapitazione è stata la causa del decesso – ha spiegato in conferenza stampa il diretto dell’Istituto medico-legale locale, Paulino Pastra – ma non si è capito se sia stato evirato mentre era ancora in vita”.

Per l’atroce delitto sono state fermate sette persone, tra cui Edison Brittes Junior, l’esecutore materiale dell’atto che ha spiegato di averlo ucciso perché avrebbe tentato di violentare la moglie, Cristiana Brittes, anch’essa arrestata.

Le autorità non riescono ancora trovare conferme in merito a questa situazione: l’unica cosa sicura è che Freitas fosse nella camera da letto della donna mentre dormiva e che ha fatto alcune foto che ha condiviso tramite Whatsapp con alcuni amici. L’ex calciatore si trovava in quella casa per partecipare al 18esimo compleanno della figlia della coppia, anche lei arrestata, ed è stato scoperto in camera dal marito che, dopo averlo ferito mortalmente, lo ha portato in auto fino al bosco dove è stato trovato morto il 27 ottobre, mutilato, evirato e con segni di tortura che neanche l’autopsia è riuscito a capire se subite quando era ancora vivo.

Guarda anche 

Il Lugano non vince più: col Lucerna arriva un punticino

LUGANO – Dopo la buona prestazione offerta a Copenaghen, che ha ridato morale alla squadra ma non ha permesso al Lugano di interrompere l’infinita striscia di...
22.09.2019
Sport

Mattia Croci-Torti e il calcio: "Walter Pellegrini il ticinese migliore"

LUGANO - Mattia Croci Torti è uno dei personaggi più simpatici e umani dell’ingessato panorama sportivo ticinese. Semplice, modesto, sempre pront...
22.09.2019
Sport

Finalmente anche le donne allo stadio… ma solo per la Nazionale!

TEHERAN (Iran) – Dopo le tante supposizioni, finalmente è arrivata l’ufficialità. Un’ufficialità minima ma importante che abbatte u...
20.09.2019
Sport

Lugano si intravede un po’ di luce, ma servirebbero 11 Sabbatini

COPENAGHEN (Danimarca) – E sono sei! Sono sei le sconfitte di fila incassate dal Lugano tra campionato, Coppa Svizzera ed Europa League. Questa volta però c&...
20.09.2019
Sport