Ticino, 22 novembre 2018

LEGA: "Non basta rinviare: il Patto ONU sulla migrazione non va sottoscritto, né in dicembre né mai"

La Lega dei Ticinesi prende atto con cauta soddisfazione della decisione del Consiglio federale di non firmare, l’11 dicembre, il patto ONU sulla migrazione; apparentemente per attendere la presa di posizione delle Camere federali.

A livello di Commissioni parlamentari, sono giunte - come noto - indicazioni contraddittorie. La Commissione delle istituzioni politiche del Consiglio nazionale (CIP-N), in cui siede la leghista Roberta Pantani, ha ad esempio raccomandato di non sottoscrivere il Patto.

La decisione del CF costituisce il “minimo sindacale” in considerazione del crescente numero di Paesi che si sono chiamati fuori, nonché delle critiche levatesi anche in Svizzera contro il Patto ONU in quanto tale: il suo fine ultimo è infatti l’introduzione della libera circolazione delle persone su scala mondiale.

La “cautela” di cui in ingresso deriva dal sospetto che la decisione del CF possa essere una manovra diversiva a pochi giorni dall’importante votazione sull’iniziativa per l’autodeterminazione (La Lega dei Ticinesi raccomanda a chi non l’avesse ancora fatto di votare Sì).

La Lega dei Ticinesi ribadisce che non basta “rinviare la firma”, magari per motivi di strategia politica spicciola. Il Patto ONU, semplicemente, non va sottoscritto. Né in dicembre, né mai.

Lega dei Ticinesi

Guarda anche 

L'immigrazione è aumentata nel 2018 (nonostante l'entrata in vigore dell'iniziativa contro l'immigrazione di massa)

Nel 2018, oltre 140'000 persone sono immigrate in Svizzera, l'1,7% in più rispetto all'anno precedente. Questo nonostante l'entrata in vigore della...
15.02.2019
Svizzera

"Al Consiglio federale piace farsi prendere in giro dall’Italia? A noi no"

"Sconcerto, ma nessuna sorpresa". La Lega dei Ticinesi, in un comunicato trasmesso ai media, prende posizione sulla risposta del Consiglio federale all'inte...
14.02.2019
Ticino

Ungheria, Orban vara piano per la natalità: "Solo gli Ungheresi possono dare un futuro alla propria nazione, non gli immigrati"

Il primo ministro ungherese Viktor Orbán ha presentato in questi giorni al parlamento di Budapest la propria strategia per favorire la natalità, f...
14.02.2019
Mondo

Mattia Melera - Assurdo, per la commissione degli Stati i terroristi non vanno espulsi!

Ebbene sì, la Commissione degli Stati in quel di Berna ha deciso di respingere la mozione che chiedeva di espellere i terroristi stranieri anche se a rischio tortu...
14.02.2019
Opinioni