Sport, 20 novembre 2018

Mission (im)possibile? Il Lugano a Göteborg per tentare il colpaccio

Questa sera i bianconeri dovranno vincere in casa del Frölunda per accedere ai quarti di finale della Champions Hockey League

GÖTEBORG (Svezia) – Due sconfitte ai rigori e un successo pieno: la settimana scorsa non passerà certo alla storia come la migliore del Lugano in questa stagione. Ad Ambrì è giunto il primo KO dopo una serie di sei derby vinti, venerdì Chiesa e compagni non sono riusciti a difendere due reti di vantaggio in quel di Langnau, soltanto il Ginevra si è arreso alla forza degli uomini di Ireland nel giorno del G-Day.

Occorrerà quindi una diversa attitudine, molta più concentrazione, molta più fama e molto più acume tattico questa sera ai sottocenerini per conquistare il pass per i quarti di finale di Champions Hockey League. I bianconeri, infatti, saranno di scena a Göteborg, al cospetto del temibilissimo Frölunda in un match di ritorno che si prospetta davvero complicato e infuocato.

Klasen e compagni, infatti, dovranno assolutamente vincere in terra svedese per poter passare il turno, visto l’1-1 dell’andata firmato dalla rete di Haapala. Alla Cornèr Arena gli scandinavi avevano impressionato un po’ tutti, avevano stretto nella morsa del loro gioco i bianconeri per quasi 40’, ovvero fino al gol del finnico. Ancora una volta le parate di Merzlikins risultarono determinanti e questa sera, per superare l’arduo ostacolo, ci vorrà una prova maiuscola da parte di tutti.

Non è la prima volta che il Lugano si trova quest’anno con le spalle al muro in Europa: nella temibile trasferta in casa del Tappara Tampere, i bianconeri non potevano far altro che centrare il successo per conquistare l’approdo agli ottavi di finale e in quell’occasione giunse il guizzo finale di Lapierre. Come andrà a finire questa volta?

Guarda anche 

“Futuro tutto da scrivere Certo, la National League…"

BIASCA - È un ragazzo semplice, Loïc Vedova. Figlio di una terra di emigrati e di gente stoica come la Vallemaggia, sin da bambino ha cullato i...
19.10.2020
Sport

Una zona Cesarini che salva il Lugano

VADUZ - Marcis Oss, giocatore lettone cresciuto nello Spartaks e prestato allo Xamax nelle ultime due stagioni, ieri sera ha vestito i pan...
18.10.2020
Sport

Casinò Lugano “Giochiamo a tutto ma non con la salute”!

Dopo il lockdown della scorsa primavera il Casinò Lugano ha coniato un fortunato slogan che in questi mesi è diventato virale tanto...
17.10.2020
Ticino

Covid: Renzetti è positivo!

LUGANO – Dopo l’HCL, anche il Football Club Lugano deve fare i conti col Covid-19: il presidente Angelo Renzetti è positivo. Dopo un soggiorno di 4 ...
14.10.2020
Sport