Sport, 18 novembre 2018

Svizzera, è la partita della verità: qual è il tuo vero volto?

Questa sera a Lucerna la Nazionale si giocherà col Belgio il primo posto nel Gruppo 2 della Lega A della Nations League: bisognerà anche cancellare l’onta della sconfitta subita contro il Qatar

LUCERNA – Troppo brutta per essere vera mercoledì sera a Lugano, tremendamente inefficace e inconcludente, tanto da scatenare mugugni e fischi da parte di gran parte dei presenti a Cornaredo, questa sera la Svizzera proverà a far dimenticare quel brutto passo falso fatto registrare contro il Qatar, per tornare a marciare a pieno ritmo, e mostrando anche un calcio bello e pragmatico, sfidando a Lucerna il Belgio.

Non sarà una sfida normale, non sarà una partita come le altre, non solo perché i Diavoli Rossi rappresentano una delle squadre più forti al mondo, ma anche perché il match delle Swissporarena metterà in palio il primo posto nel Gruppo 2 della Lega A della Nations League,
quello che porterà a disputare la fase finale della nuova competizioni europea per nazioni.

Battere il Belgio, raggiungerlo in classifica e superarlo per la differenza reti (o per lo scontro diretto) darebbe ancora più lustro a un cammino internazionale che ha portato la Svizzera in questi ultimi anni a diventare una squadra temibile da affrontare. Certo, tra Mondiali ed Europei è sempre mancato il salto di qualità decisivo, ma questa sera abbiamo l’ennesima occasione per mostrare la nostra maturazione.

Petkovic, sicuramente, punterà sulla sua squadra ideale, ma attenzione alle bocche da fuoco belghe… perché i ragazzi di Martinez possono davvero far male da un momento all’altro.

Guarda anche 

Alé Svizzera: con coraggio e senza provocazioni

DOHA (Qatar) – Ci siamo. La partita che, al momento della definizione del calendario del Mondiale, era stata indicata come decisiva per le sorti della Nazionale a Q...
02.12.2022
Sport

Muore a 22 anni durante un allenamento: dramma in Argentina

SAN MIGUEL DE TUCUMAN (Argentina) – Un’autentica tragedia si è abbattuta sul calcio colombiano e argentino: a 22 anni è morto improvvisamente il...
01.12.2022
Sport

Inghilterra-USA, anno 1950: la brutta figura dei “maestri”

LUGANO - La sorprendente sconfitta dell’Argentina contro l’Arabia Saudita ai Mondiali del Qatar conferma, semmai ce ne fosse bisogno, che nel calcio come...
01.12.2022
Sport

Spuntata e senza Shaqiri. La Svizzera fa il compitino, ma il Brasile ci castiga

DOHA (Qatar) – La vittoria colta all’esordio del Mondiale qatariota, forse, ci aveva un po’ illusi. Sì perché della sfida contro il Cameru...
29.11.2022
Sport