Mondo, 16 novembre 2018

Spagna, fugge da un gruppo di migranti e chiama il suo ragazzo, molestata lei e accoltellato lui. 15 arresti

L'episodio è avvenuto verso le sei di domenica scorsa a Santa Coloma de Gramenet, in Catalonia. Come riporta il sito di "El Pais", un gruppo di giovani migranti addocchia una ragazza che viaggiava nella metropolitana. La ragazza scende alla sua fermata, i giovani migranti scendono dopo di lei e la inseguono. Quando la raggiungono, le palpano le parti intime e cercano di baciarla.

Già quando si trovava nella metropolitana la giovane aveva avvisato per telefono il suo ragazzo, il quale la raggiunge alla stazione della metropolitana. Al suo arrivo il ragazzo viene accoltellato. Le guardie presenti nella metropolitana notano la scena e allertano i soccorsi. Il giovane spagnolo viene trasportato d'urgenza al ospedale dove viene operato. La sua vita non dovrebbe essere in pericolo.

Gli assalitori, sette in totale, vengono arrestati e poco dopo altri otto migranti vengono fermati perchè vivevano nello stesso edificio abbandonato dei sette assalitori. I sette assalitori rimarrano nella custodia della polizia mentre gli altri otto vengono rilasciati lunedì mattina (nonostante siano clandestini). Del gruppo non viene fornito alcun dato, se non che sono di etnia magrebina, che due di loro sono minorenni e che nessuno del gruppo ha un qualsiasi permesso di soggiorno.

L'evento ha scatenato un'aspra polemica in Catalonia questa settimana. Il sindaco socialista di Santa Coloma, Nuria Parlon, ha rilasciato una dichiarazione in cui denuncia "la presenza di questi giovani e minori non accompagnati che circolano nella regione catalana, commettendo vari reati e generando un'allarmante insicurezza nelle città catalane".

Il governo locale ha quindi chiesto alla Generalitat, il governo catalano, di trattare la questione "globalmente e come problema nazionale" e ha chiesto "misure urgenti" per far fronte al problema, fra cui quello di aumentare il personale dei Mossos, la polizia catalana.

Da parte sua la Generalitat ha cercato di minimizzare la sua responsabilità e quelle dei migranti minorenni affermando che dei 2'850 migranti minorenni sotto la responsabilità del governo catalano "nemmeno il 3% ha avuto a che fare con la giustizia". Il problema sarebbe che questi migranti non erano sotto la protezione delle autorità, con l'eccezione di uno di cui si erano perse le tracce tre anni fa. La colpa sarebbe quindi di Santa Coloma per non aver riportato in tempo alle autorità regionali la presenza e la situazione di illegalità di questi migranti.

Un breve resoconto video dell'accaduto, in spagnolo, è disponibile su YouTube qui.

Guarda anche 

L'immigrazione è aumentata nel 2018 (nonostante l'entrata in vigore dell'iniziativa contro l'immigrazione di massa)

Nel 2018, oltre 140'000 persone sono immigrate in Svizzera, l'1,7% in più rispetto all'anno precedente. Questo nonostante l'entrata in vigore della...
15.02.2019
Svizzera

Ungheria, Orban vara piano per la natalità: "Solo gli Ungheresi possono dare un futuro alla propria nazione, non gli immigrati"

Il primo ministro ungherese Viktor Orbán ha presentato in questi giorni al parlamento di Budapest la propria strategia per favorire la natalità, f...
14.02.2019
Mondo

Immigrazione clandestina, tesseramenti fittizi e plusvalenze insensate: scoppia il caos nel calcio

LA SPEZIA (Italia) – Non si sa a cosa potrà portare, non si sa se potrebbe sollevare un gran polverone oppure gettare nel caos più totale il mondo del...
12.02.2019
Sport

Decine di migliaia di spagnoli in piazza contro il governo socialista di Pedro Sanchez

Decine di migliaia di persone hanno manifestato domenica a Madrid al richiamo della destra contro il capo del governo socialista Pedro Sanchez. È accusato di aver ...
11.02.2019
Mondo