Sport, 13 novembre 2018

Il Ticino si ferma: è la sera del derby

Questa sera alle 19.45 Ambrì e Lugano daranno vita alla seconda sfida cantonale della stagione: con una classifica più delicata che mai, per entrambe le formazioni è obbligatorio vincere

AMBRÌ – Poco più di un mese fa alla Cornèr Arena finì con un perentorio 6-2 in favore del Lugano che, a dire il vero, non fotografava appieno la prestazione dell’Ambrì che aveva tirato molto, che aveva anche rischiato di riaprire la contesa, prima di cadere fragorosamente sotto le frecciate dei bianconeri.
Ebbene, questa sera i leventinesi avranno la possibilità di rifarsi ospitando i cugini alla Valascia.

Il derby , si sa, ha sempre il suo fascino – anche se da quanto se ne giocano 6, qualcosa è cambiato –, è sempre una partita speciale e quello di questa sera ha un gusto particolare e un peso specifico non indifferente tenendo conto della classifica delle due formazioni.

Siamo a novembre, è vero, non siamo neanche a metà campionato, è altrettanto vero, e di acqua sotto i ponti ne dovrà ancora passare, ma vivere sul filo della fatidica linea non è mai bello.
Certo l’Ambrì, suo malgrado, negli ultimi anni è abituato a lottare per quelle posizione e la formazione di Luca Cereda si avvicina allo scontro di questa sera in decima posizione, con 21 punti incamerati, con alle spalle 5 sconfitte consecutive e dovendo rinunciare a Fora, infortunato.

Sull’altra sponda del Ticino, si sorride un po’ di più, visto il gioco e la condizione crescente mostrata prima della pausa, quando i bianconeri sono riusciti a superare sia il Berna che lo Zurigo, per poi impattare in casa per 1-1 contro il temibile Frölunda in Champions Hockey League: mica male! Dopo una settimana di soli allenamenti, questa sera arriverà la prova del nove per la truppa di Ireland che, “forte” dell’ottavo posto in graduatoria, vorrebbe provare a risalire la china: per farlo potrà contare sui recuperi di Loeffel e Reuille, ma non sul gladiatore Lapierre, a riposo così come Cunti, Lajunen, Ronchetti e Sartori.

Guarda anche 

“Sì, era rigore”. Ma come si fa ad accettarlo in epoca VAR?

LUGANO – Ormai qualche giorno è passato, quel gusto amaro della sconfitta, della beffa, dell’occasione mancata è iniziato a passare. In casa Lug...
04.06.2024
Sport

Sabbatini, niente più campo in maglia bianconera

LUGANO - L’FC Lugano comunica che il contratto da giocatore di Jonathan Sabbatini, in scadenza il 30 giugno 2024, non verrà rinnovato. La societ&ag...
03.06.2024
Sport

Il triste e immeritato “addio” del Sabba

LUGANO – Il giorno dopo si ragiona meglio, a mente fredda, con meno crampi alla pancia ma con qualche pensiero in più. Non per forza più lucido, ma si...
03.06.2024
Sport

Quando il “come” fa più male della sconfitta

LUGANO – Nello sport, e nel calcio in particolare, le frasi fatte, le frasi retoriche spesso e volentieri si sprecano. Si dice, quando si perde, che “si esce ...
03.06.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto