Svizzera, 12 novembre 2018

Zurigo, festa privata degenera in scontri con le forze dell'ordine

Diverse pattuglie della polizia municipale di Zurigo hanno dovuto intervenire sabato intorno alle 22h a causa di un gran numero di persone presenti in una strada in cui si stava tenendo una festa privata.

Come riporta il Blick, sul posto, gli agenti si trovano davanti più di cento persone, alcune delle quali gli accolgono con lanci di sassi e bottiglie. Con il passare delle ore la situazione si normalizza senza che le pattuglie debbano far ricorso a ulteriori rinforzi. Non ci sarebbero stati feriti mentre un 14enne è stato arrestato.

Secondo la prima ricostruzione dei fatti le persone presenti non avevano potuto accedere all'abitazione in cui si teneva la festa privata e si sono allora affollate sulla strada, disturbando i passanti e impedendo alle macchine di procedere. Diversi video circolati ieri sulla stampa e sui social media mostravano una strada in cui regnava la confusione, con traffico fermo, risse e gente che urlava.

Guarda anche 

Una Svizzera giovane, grintosa e… vincente! Funziona la formula di Fischer

KREFELD (Germania) – Dopo i buoni risultati ottenuti negli scorsi anni ai Mondiali, e con il prossimo appuntamento iridato casalingo che si avvicina, la Svizzera st...
11.11.2019
Sport

L'aiuto ai clandestini continuerà ad essere un reato

Le persone che aiutano i migranti ad entrare illegalmente nel Paese saranno comunque punite. La commissione competente del Consiglio nazionale ha respinto con 15 voti fav...
09.11.2019
Svizzera

Abusava della figliastra minorenne e si filmava: espulso verso il Congo

Per oltre quattro anni ha abusato sessualmente della figliastra minorenne. Ha più volte fotografato e filmato i suoi abusi. Ha persino fatto abusare la vittima da ...
09.11.2019
Svizzera

Non può essere espulso perchè si è convertito al cristianesimo, la Corte europea sconfessa la Svizzera

Un richiedente l'asilo afghano non potrà essere rimpatriato perchè convertito al Cristianesimo. È quanto deciso dalla Corte europea dei diritti d...
06.11.2019
Svizzera