Mondo, 05 novembre 2018

Elezioni europee: Le Pen supera Macron nelle intenzioni di voto, vola destra anti-UE

In un ulteriore segnale dell'ascesa della destra nazionalista e euroscettica sul continente europeo, il Rassemblement National (RN) di Marine Le Pen ha sorpassato La République En Marche! (LREM) del presidente francese Emmanuel Macron (LREM) parte in un sondaggio effettuato dall'istituto demoscopico lfop per sondare le intenzioni di voto dei francesi per le elezioni del Parlamento europeo che si terranno in maggio 2019.

I risultati del sondaggio Ifop mostrano che il RN è passato dal 17% di fine agosto al 21%, che quindi supera il LREM di Macron, fermo al 20%, di un punto percentuale.

Il 21 per cento del RN, combinato con il 7 per cento del partito Debout La France (Francia Alzati) di Nicolas Dupont-Aignan e l'1 per cento per Les Patriotes di Florian Philippot e l'Unione repubblicana popolare "Frexit" di François Asselineau la destra nazionalista raggiunge adesso il 30% delle intenzioni di voto, in aumento di cinque percentuali sull'ultima rilevazione di agosto.

Il sondaggio pubblicato domenica fornisce evidenti indicazioni del fatto che la Francia si è spostata verso la destra da quando Macron ha battuto Le Pen, quando quest'ultima era ancora alla guida dell'allora Front National.

Inoltre, dà ulteriore motivo di ritenere che le elezioni del Parlamento europeo nel 2019 si stiano configurando come una battaglia tra i partiti di centro e di sinistra, in genere pro-UE, e le formazioni della destra euroscettica che vogliono, fra le altre cose, limitare l'immigrazione e gli effetti negativi della globalizzazione.

Guarda anche 

Da milionari a squattrinati: ci pensa la UEFA a sostenere i calciatori

NYON – I calciatori e gli ex calciatori possono trovarsi di fronte a una serie di difficoltà e insidie, anche fuori dal campo da gioco. Senza un aiuto concre...
22.09.2019
Sport

Lugano si intravede un po’ di luce, ma servirebbero 11 Sabbatini

COPENAGHEN (Danimarca) – E sono sei! Sono sei le sconfitte di fila incassate dal Lugano tra campionato, Coppa Svizzera ed Europa League. Questa volta però c&...
20.09.2019
Sport

Gran Bretagna e Italia: con l’UE “relazioni pericolose”

Praticamente costituito, seppur con non poche difficoltà, il suo organo esecutivo, l’UE sta affrontando in questi giorni la tortuosa Brexit del Regno Unit...
16.09.2019
Mondo

Per Micheline Calmy-Rey il miliardo di coesione all'UE non è sufficiente, "bisogna aumentare l'importo in segno di buona volontà"

Secondo l'ex Consigliera federale socialista Micheline Calmy-Rey la Svizzera dovrebbe aumentare il contributo previsto all'Unione europea, attualmente 1 miliardo ...
15.09.2019
Svizzera