Sport, 28 ottobre 2018

A un passo dalla vittoria, ma questo Ambrì è più vivo che mai

Superati solo ai rigori dallo Zugo, i ragazzi di Cereda hanno centrato il sesto risultato utile consecutivo dando conferma di una certa continuità acquisita

AMBRÌ – Si cercava la continuità in casa Ambrì in vista della sfida disputata ieri sera in casa contro lo Zugo e, nonostante la sconfitta maturata ai rigori, possiamo dire che i ragazzi di Cereda l’hanno trovata, o quantomeno sono sulla strada giusta per farlo.

Sì perché quello ammirato ieri sul ghiaccio della Valascia è stato un Ambrì capace di restare in partita nonostante il ritmo e la velocità di gioco ed esecuzione forsennata che lo Zugo ha mostrato specie nel primo tempo della sfida e che ha mandato in tilt la retroguardia biancoblù. Ma Fora e compagni hanno retto l’urto e sono andati via via in crescendo, soprattutto grazie a un ottimo secondo periodo fatto di grande lavoro e sostanza.

Peccato per le disattenzioni – di Conz e della retroguardia – in occasione dei due gol dei Tori, peccato per i pochi tiri scagliati dalle parti di Stephan, peccato per i due powerplay non capitalizzati per pochi centimetri nell’overtime e per quel quinto rigore trasformato da Klingberg, perché a dirla tutta l’Ambrì è arrivato davvero a un passo dal conquistare la vittoria e ai punti avrebbe sicuramente meritato qualcosa in più.

Ma non è tempo di rammarichi in casa leventinese, nonostante i due KO consecutivi in campionato maturati sempre dopo il 60’, perché dalle parti della Valascia c’è da sottolineare l’ottima prova corale e la crescita di alcuni giocatori, come Kneubuhler, che pur non trovando tanto ghiaccio riescono a rispondere “presente” al momento del bisogno. Se la squadra continuerà a seguire i dettami di Cereda, infatti, potrà togliersi diverse soddisfazioni, già a partire dal prossimo impegno di Bienne.

Guarda anche 

Tu chiamale follie da calendario: in LNA una classifica che non rispecchia la realtà

LUGANO – 55 punti in 40 partite, 6° posto in campionato: se il bottino ottenuto fin qui in campionato dal Lugano non è certo da montarsi la testa, la pos...
23.01.2020
Sport

Dalla panchina alla titolarità: ma ora chi lo ferma più a Merzlikins?

COLUMBUS (USA) – E ora saranno problemi seri per John Tortorella. L’esperto head coach di Columbus, ora, ha davvero una bella gatta da pelare: quando torner&a...
19.01.2020
Sport

Fischer lancia il Mondiale casalingo: "Sognare non costa nulla"

ZUGO - La nazionale rossocrociata ha mire ambiziose: i prossimi Mondiali del gruppo A si svolgeranno proprio nel nostro paese dall’8 al 24 maggio (sedi ...
20.01.2020
Sport

Tra passi avanti e passi indietro: HCL e HCAP, che sofferenza!

LUGANO/AMBRÌ – Armatevi di misuratori della pressione e di cardiofrequenzimetro: da qui al 29 febbraio, se siete tifosi dell’Ambrì o del Lugano,...
19.01.2020
Sport