Sport, 04 ottobre 2018

Grobbelar schock: “Ho ucciso molte persone”

L’ex portiere del Liverpool ha rivelato alcuni dettagli di quando 18enne prestò servizio militare per il suo Paese natale nella guerra civile in Rhodesia

DURBAN (Sud Africa) – Bruce Grobbelar è stato il portiere del Liverpool dal 1980 al 1994, collezionando 628 presenze e conquistando anche una Coppa dei Campioni.

Il 60enne dello Zimbabwe, che domani compirà 61 anni, ha vinto anche sei Premier League, tre FA
Cup, tre Coppe di Lega, cinque Charity Shield. In un’intervista rilasciata al “The Guardian”, però, l’ex estremo difensore ha raccontato alcuni episodi di quando ad appena 18 anni dovette combattere per 11 mesi nell’esercito del suo Paese natale, durante la guerra in Rhodesia.

”Era il crepuscolo e quando il sole inizia ad affossarsi, vedi le ombre tra i cespugli. Non riesci a riconoscere granché finché non vedi il bianco degli occhi dei soldati. O vivi tu o loro. Spari, vai a terra e c'è uno scambio di proiettili".

L'ex Liverpool ha sottolineato di aver ucciso tante persone, senza definirne un numero preciso: "Quante persone ho ucciso? Non posso dirlo. Ho ucciso tante persone e per questo ho sempre vissuto la mia vita giorno per giorno. Posso solo pentirmi di quello che ho fatto, ma non posso cambiare il mio passato. Un mio ex compagno tagliava le orecchie a ogni uomo che ammazzava e le metteva in un vaso: aveva diversi vasi. La sua famiglia fu torturata e voleva vendetta". 

Guarda anche 

Lugano da pazzi: 15’ di follia che costano punti e serenità

LUCERNA – È proprio vero. Il calcio è strano, il calcio è vario, il calcio è bello perché in pochi istanti può cambiare tu...
13.07.2020
Sport

Pazzesco Bale: non gioca e si mette a dormire in panchina!

MADRID (Spagna) – Che sia di fatto un separato in casa lo si era capito da mesi, che il suo futuro non sarà più con la maglia del Real addosso anche, ...
12.07.2020
Sport

Paulo Henrique Andrioli: “A Lugano ho lasciato il cuore. Grecia? Passione e ossessione”

È un freddo mattino del 2 febbraio 1992. Stadio di Cornaredo, Lugano ha ripreso da alcuni giorni preparazione la seconda fase del massimo campionato &E...
12.07.2020
Sport

Coronavirus: lo Zurigo fa tremare la Super League. Rischio fallimento?

ZURIGO – Si sta allargando a macchia d’olio la presenza del COVID-19 nel massimo campionato svizzero di calcio – e non solo, visto che anche la Challeng...
12.07.2020
Sport