Sport, 17 settembre 2018

VIDEO – Uno sputo da 100'000 Euro. Douglas Costa si scusa: “Non sapete cosa mi ha detto”

Il giocatore della Juventus ieri è stato espulso per aver sputato in faccia a Federico Di Francesco, attaccante del Sassuolo. Il brasiliano rischia una squalifica di almeno 3 giornate e una multa salata da parte della società

TORINO (Italia) – La bufera nei confronti di Douglas Costa sta montando ancora di più con il passare delle ore. Il gesto del giocatore della Juventus – che ha sputato in faccia all’avversario Federico Di Francesco negli ultimi minuti della gara vinta contro il Sassuolo, al termine di un diverbio durato diverso tempo – è grave, da condannare e assolutamente indegno, ma purtroppo non è il primo calciatore a cadere in questo genere di atto.

Il brasiliano rischia una squalifica di almeno 3 giornate e una multa inflitta dalla società bianconera, che potrebbe arrivare a toccare i 100'000 Euro. Per quanto concerne le giornate di sospensione, tanto dipenderà dalla valutazione del Giudice sportivo.

In Champions League Mihajlovic venne fermato per 8 giornate, Totti agli Europei per 4, Lavezzi, Rosi e Samuel in Serie A per tre.

Il giocatore si è scusato su Instagram “Vorrei scusarmi con tutti i fan della Juventus per questa reazione fuorviante nel gioco di oggi. Mi scuso anche con i miei compagni di squadra, che sono sempre con me nei momenti belli e cattivi. Ero brutto, ne sono consapevole e mi scuso con tutti per questo. Metto in chiaro che questo atteggiamento isolato non corrisponde a quello che ho sempre dimostrato nella mia carriera”, ma dopo tantissimi insulti ha risposto con poche parole che lasciano capire che qualcosa in campo c’è stato in precedenza con lo stesso Di Francesco: “Mi svegliavo alle 5 del mattino da quando avevo 12 anni... e tu non sai quello che mi ha detto... ma poco male.. chiedo scusa a tutti quelli a cui devo chiederlo perché ho sbagliato”.

Guarda anche 

Behrami si confida: “Il cuore per la Svizzera, ma all’Europeo spero nell’Italia”

UDINE (Italia) – Mai banale in campo così come fuori: Valon Behrami, in attesa di trovare una nuova squadra da cui ripartire (in Serie B sono diverse le form...
12.12.2019
Sport

Allo stadio col coltello: in Italia ci è quasi scappato il morto

BOLOGNA (Italia) – Rischiare la vita per una partita di calcio. Rischiare la vita per un pantaloncino lanciato ai propri tifosi da un giocatore. Sembra folle raccon...
10.12.2019
Sport

“La crisi dell'HCL? Gli stranieri. E quel mio gol col Gordola nell'88...”

LUGANO - Fabio Regazziè consigliere nazionale del PPD, titolare dell’omonima azienda di Gordola e presidente dell’Associazione industrie ticinesi....
10.12.2019
Sport

Svizzera e Italia insieme a EURO 2020 e quel Mondiale 1962...

LUGANO – Svizzera e Italia tornano ad affrontarsi nella fase finale di una competizione internazionale. Non succedeva, pensate, dai Mondiali del Cile del 1962....
09.12.2019
Sport