Mondo, 16 settembre 2018

Prime elezioni in Siria dall'inizio della guerra

rt.com
I siriani eleggono oggi i loro rappresentanti locali in quelle che sono le prime elezioni municipali dall'inizio della lunga guerra durata sette anni. I seggi sono stati aperti domenica in un clima comunque ancora teso un giorno dopo che un aereo ha colpito l'aeroporto di Damasco.

Domenica 6 mattina sono stati aperti 6'551 seggi elettorali con i siriani invitati a votare per i loro rappresentanti nei consigli locali, ha riferito l'agenzia di stampa statale SANA. Sono stati annunciati oltre 40'000 candidati che si contestano 18'478 seggi. I seggi saranno chiusi alle 19:00 ora locale e le autorità hanno dichiarato di aver preso tutte le precauzioni necessarie per mantenere le urne sicure e protette.

Ma non tutto il paese è ancora avviato verso la normalizzazione. Come a Idlib, dove l'esercito siriano è impegnato in un'offensiva alla roccaforte dei militanti islamici. In precedenza, il ministero della Difesa russo aveva sostenuto che contenitori pieni di cloro fossero stati consegnati a combattenti affiliati ad Al-Qaeda per inscenare un attacco che sarebbe stato usato per accusare il governo siriano di usare armi chimiche contro il suo popolo.

Tuttavia, gli sforzi per portare una pace duratura in Siria continuano ancora. Di recente, Russia, Turchia e Iran hanno invitato tutti i gruppi armati di Idlib e oltre a deporre le armi e cercare una transizione pacifica nel paese. I leader delle tre nazioni si sono già incontrati ad Astana a maggio, dove hanno concordato di spingere per negoziati tra il governo e i gruppi di opposizione, che accettano di cessare le ostilità.

Il formato ha riunito rappresentanti del governo siriano e gruppi armati di opposizione al tavolo dei negoziati - qualcosa che i precedenti sforzi della comunità internazionale non erano riusciti a fare.

Oltre agli sforzi diplomatici, la Russia è attivamente impegnata in attività umanitarie in Siria. Il personale militare russo ha disinnescato migliaia di ordigni esplosivi lasciati dai terroristi e portato tonnellate di aiuti tanto necessari alle province siriane liberati dai terroristi.

(Fonte: rt.com)

Guarda anche 

Roma come Wimbledon: «No ad atleti russi e bielorussi»

ROMA (Italia) – Settimana prossima prenderà il via il Masters 1000 di Roma e anche nella vicina Italia è pronto a scoppiare il caso dei giocatori russ...
26.04.2022
Sport

Allo stadio compare Putin impiccato…

VARSAVIA (Polonia) – La Polonia, lo sappiamo, è il Paese che sta accogliendo il maggior numero di profughi dalla vicinissima Ucraina. Il lavoro messo in p...
12.04.2022
Sport

Elezioni in Francia, Macron e Le Pen al ballottaggio

Il presidente uscente Emmanuel Macron si è ampiamente qualificato per il secondo turno delle elezioni presidenziali di domenica, con un punteggio dal 27,6% al 2...
11.04.2022
Mondo

Zemmour e i sondaggi: qualcosa non quadra

Fra poche ore si saprà chi sarà lo sfidante di Macron alle elezioni del 24 aprile per la presidenza della Francia. Tutta la stampa francese e internazionale...
10.04.2022
Opinioni