Sport, 15 luglio 2018

VIDEO - “Siamo nati e cresciuti a Lugano, ma il cuore è tutto croato”

Queste le parole raccolte in diretta da Mosca poco prima del calcio d’inizio della finale mondiale

MOSCA (Russia) – Se n’è parlato molto e, probabilmente, se ne continuerà a parlare sempre. La questione dei passaporti, la questione dei tanti svizzeri d’adozione che vivono nel nostro Paese ma che in realtà sentono sulla loro pelle più i colori della loro nazione di origine, rispetto a quelli della nazione in cui vivono e gli dà da vivere, non smetterà mai di far discutere.

A dimostrazione di tutto questo, faranno discutere anche le dichiarazioni rilasciate da alcuni ragazzi di Lugano ai microfoni di Mediaset. Presenti a Mosca per assistere alla finale del mondiale, la sfida che opporrà
la Croazia alla Francia, i tre supporters croati hanno così dichiarato: “Siamo nati e cresciuti a Lugano, i nostri genitori sono andati lì per la guerra. Viviamo bene in Svizzera, ma il cuore è tutto croato”.

Ognuno ovviamente è libero di tifare chi vuole, ma è chiaro che in un momento così particolare, dopo il caso delle Aquile e dopo le dichiarazioni di Mischier sui doppi passaporti, anche queste parole possono aprire dei dibattiti… Parole che rappresentano anche un piccolo fallimento dell’integrazione: un accenno alla Svizzera, al Paese in cui vivono sarebbe stato gradito e forse doveroso.

Guarda anche 

Ladies Lugano, è game over!

LUGANO – Le avvisaglie c’erano, i problemi finanziari erano importanti e si trascinavano da tanto tempo, e alla fine l’Associazione Sportiva Hockey Club...
15.04.2024
Sport

Lugano da sogno: titolo nel mirino

ZURIGO - Il Lugano ha fatto un ritorno trionfale alla vittoria, sconfiggendo con determinazione il Grasshopper per 1-0 sul terreno degli avv...
14.04.2024
Sport

VIDEO – Reagisce alle offese: calciatore preso a frustate da un tifoso

ABU DHABI (Emirati Arabi Uniti) – Una roba da non crederci: Abderrazak Hamdallah, giocatore dell’Al-Ittihad è stato preso a frustate da un “tifos...
14.04.2024
Sport

Casi di terrorismo in Svizzera in aumento e autori sempre più giovani

All'inizio di marzo nel centro di Zurigo un giovane radicalizzato ha accoltellato un ebreo ortodosso. La ricerca ha mostrato che l’autore del reato, di sol...
12.04.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto