Mondo, 13 dicembre 2018

Prodigi del multiculturalismo svedese, la TV di stato trasmette uno spot in cui avverte dei danni causati dalle granate

Lunedì, la televisione pubblica svedese SVT ha informato in uno spot i suoi telespettatori del danno che le bombe a mano possono causare.

Lo spot è stato ampiamente deriso sui social media perché solitamente, sotto Natale, i media avvertono la popolazione sui possibili danni causati dalle candele poste sugli alberi di Natale.

Ma la sensibilizzazione su SVT è stata leggermente diversa quest'anno, con uno spot in cui si vede una famiglia composta da manichini viene fatta esplodere da una bomba a mano nella loro cucina.

"I criminali svedesi usano sempre più le bombe a mano - una tendenza che espone i civili innocenti a un grande pericolo... Quando viene lanciata una granata vi è un'area di pericolo di circa 300 metri intorno all'esplosione" è il commento audio che accompagna lo spot.

Dopo altre immagini che mostrano i danni causati dalle granate, viene intervistato un soldato svedese a cui viene posta la domanda: “Le granate possono essere letali?”, domanda a cui il militare risponde in modo affermativo (ci chiediamo chi possa avere dubbi in merito...).

Come detto, lo spot è stato ampiamente deriso sui sociali media. "In passato la televisione mostrava quali danni può causare una candela di Natale lasciata accesa", scrive un utente. "I tempi sono decisamente cambiati, per non dire altro", scrive un altro.

Ironia a parte, i casi di esplosioni causati da granate sono una triste particolarità della Svezia emersa negli ultimi anni, con un totale di 116 esplosioni registrate negli ultimi otto anni, alcuni dei quali con esito fatale. Un articolo pubblicato sulla versione inglese di wikipedia (clicca qui) ha recensito tutte le esplosioni dal 1993 a oggi.

Lo spot in questione è disponibile sul sito della SVT ed è accessibile cliccando qui.

Guarda anche 

L'imam espulso: "Vi uccideremo ​e mangeremo i vostri cadaveri"

Detenuto nel carcere di Padova per una brutale rapina, nel giro di breve tempo era riuscito ad imporsi come l'imam del carcere della città italiana, estromette...
15.01.2019
Mondo

Arbedo: due clandestini si barricano in casa quando arriva la polizia, strada chiusa e necessario l'intervento di mediatori

Due uomini di nazionalità algerina, ex richiedenti l'asilo e già noti alle forze di polizia, che soggiornano illegalmente in Svizzera nonostante l'i...
14.01.2019
Ticino

I due "svizzeri" arrestati in Marocco radicalizzati alla moschea di Ginevra

L'inchiesta sul duplice omicidio di due turistie scandinave in ​​Marocco (vedi articoli correlati) ha portato all'arresto di due persone con il passaporto svi...
14.01.2019
Svizzera

Condannata per truffa per la quarta volta, le danno ancora la condizionale

Una donna kosovara di 31 anni, residente nel canton Zurigo, è stata condannata per aver venduto oggetti che non possedeva ad acquirenti su Internet. Semplicemente ...
13.01.2019
Svizzera