Mondo, 06 dicembre 2018

Proprio mentre divampa il dibattito sul Patto della migrazione, l'ONU cancella la pagina sulla sostituzione etnica

In praticamente tutti i paesi occidentali da settimane si sta dibattendo sull'opportunità di firmare o meno il Patto ONU per la migrazione. Stando al sito "VoiceOfEurope.com" sono almeno 22 i paesi in cui stanno circolando petizioni online che chiedono ai rispettivi governi di non aderire al trattato (23 con la Svizzera). E sempre più paesi decidono di non firmare o di ritardare la firma finchè non ci sarà un dibattito approfondito, l'ultimo in ordine di tempo la Bulgaria.

Potrebbe essere una coincidenza, ma proprio in questi giorni l'ONU ha rimosso dal proprio sito una pagina del suo Dipartimento degli Affari economici e sociali intitolata "Immigrazione di sostituzione: una soluzione per popolazioni che invecchiano e declinano ?" (sotto l'immagine della pagina rimossa, in inglese).

In questa pagina in sintesi si valuta l'ipotesi di sostituire le popolazioni dei paesi occidentali (insieme a Giappone e Corea del Sud) con popolazioni di immigrati in modo da invertire la tendenza demografica che vede queste popolazioni invecchiare continuamente. "Il rapporto considera l'immigrazione di sostituzione per otto paesi con una bassa fertilità (Francia, Germania, Italia, Giappone, Corea del Sud, Russia, Regno Unito e Stati Uniti) e due regioni (Unione europea e Europa) si può leggere nella pagina rimossa.

Da notare che la pagina è sempre indicizzata sui motori di ricerca ma risulta tuttora inaccessabile (altrimenti detto, la si può ancora trovare su Google ma il collegamento rimanda a una pagina vuota).  








Guarda anche 

Patto ONU, arriva l'avvertimento di Trump

Con il Global Compact on Migration, detto anche Patto per la migrazione, le Nazioni Unite vogliono "far progredire la governance globale a spese del diritto sovrano ...
11.12.2018
Mondo

In Belgio è crisi politica sul Patto ONU per la migrazione, i nazionalisti fiamminghi lasciano il governo

Il patto delle Nazioni Unite sulla migrazione ha creato una grave crisi politica in seno al governo belga. Il primo ministro Charles Michel (al centro nella foto) si &egr...
10.12.2018
Mondo

"È tempo di far uscire il vichingo che c'è in noi", gli svedesi protestano contro il Patto ONU per la migrazione davanti al parlamento

Denominata da alcuni "la capitale dello stupro e del politicamente corretto" per i suoi numerosi casi di molestie sessuali commessi da migranti e poi messi a ta...
05.12.2018
Mondo

Il Patto ONU trasformerà l'immigrazione in un diritto

Il patto ONU per la migrazione, spacciato per “innocuo”, evidentemente non lo è affatto. Esso mira ad introdurre la libera circolazione delle persone a...
04.12.2018
Mondo