Svizzera, 08 novembre 2018

Bio Suisse inietta un vaccino geneticamente modificato ai pulcini "bio"

In Svizzera, ai pulcini cresciuti in allevamenti bio viene iniettato un vaccino geneticamente modificato il cui scopo è di proteggerli da epizoozie altamente contagiose. Autorizzando questo tipo di prodotto, Bio Suisse viola le proprie regole, rivela un servizio del programma "Rundschau" della televisione svizzerotedesca SRF.

Secondo le linee guida della Federazione svizzera degli agricoltori biologici, i vaccini non devono essere geneticamente modificati. Urs Brändli, presidente di Bio Suisse, spiega: "Abbiamo dovuto affrontare un grosso dilemma. Abbiamo dovuto constatare che migliaia di animali stavano morendo. Ecco perché abbiamo deciso per il bene delle bestie e per utilizzare questo vaccino. "Questa decisione è stata volutamente non comunicata al pubblico a causa della sua natura delicata", si può leggere in un rapporto della commissione interna di gestione. Martina Munz, presidente dell'Alleanza svizzera per l'agricoltura senza ingegneria genetica, non approva questo approccio. "Facendo così Bio Suisse mina la credibilità dell'etichetta".

Il servizio di "Rundschau" mostra che anche i polli biologici venduti da Coop e Migros vengono trattati con lo stesso vaccino. Contattato dalla SRF, Migros si è rifiutata di rispondere. Coop, d'altra parte, spiega: "I nostri produttori rispettano le rigide linee guida dell'etichetta biologica in Svizzera".

Il Consiglio di amministrazione di Bio Suisse, dal canto suo, intende affrontare la questione nella prossima riunione dei delegati.

Guarda anche 

La gang "più brutale del mondo" si sta insediando alle porte del Ticino

Un gruppo di ragazzi si precipita su un ragazzo di 17 anni. Lo picchiano, gli tirano calci e infine lo pugnalanoe. È gravemente ferito, con il polmone destro perfo...
17.11.2018
Ticino

Stipendi fermi al palo in Svizzera

Lo stipendio medio in Svizzera è calato dello 0,1% nel 2018. Lo rivela l'Ufficio federale di Statistica in un rapporto pubblicato oggi. Gli stipendi nominali s...
16.11.2018
Svizzera

Per la giustizia UE le misure di accompagnamento sono illegali

Una decisione della Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE) relativa all'Austria potrebbe avere serie ripercussioni sulle possibilità di un accordo i...
15.11.2018
Svizzera

Da 30 anni in Svizzera, non ha lavorato un giorno

Di nazionalità algerina, Mehdi (nome di fantasia) risiede in Svizzera, a Bulle nel canton Friborgo, da 30 anni. Arrivato come clandestino riesce a rimanere sul ter...
15.11.2018
Svizzera