Magazine, 28 maggio 2024

“C’è troppa frociaggine”. Papa Francesco e la sua uscita decisamente infelice

Durante l’assemblea della Cei, il Santo Padre ha parlato dell’ammissione dei seminaristi, invitando i vescovi a non ammettere quelli chiaramente omosessuali

CITTÀ DEL VATICANO (Vaticano) – Se ne parlava già da una settimana, ‘Dagospia’ ne aveva scritto qualche giorno fa, e alla fine sono arrivate le conferme: il Papa ha parlato di “frociaggine” parlando dei seminaristi omosessuali. Un’uscita decisamente infelice, sbagliata che la Chiesa sta provando a mascherare dietro al fatto che il Santo Padre non sapesse quanto fosse offensiva quella parola in italiano. 

 
 
Durante l’incontro a porte chiuse tra Francesco e i vescovi italiani giunti a Roma per l’assemblea nazionale, il 20 maggio, si parlava di un tema molto serio, ovvero se ammettere o meno nei seminari dei candidati al sacerdozio omosessuali. Francesco, pur ribadendo la necessità di accogliere tutti, a un certo punto ha cercato di dirlo a modo suo, in termini decisamente colloquiali: “Nei seminari c’è già troppa frociaggine”.
 
 
Un’uscita fuori luogo che, in un modo o nell’altro, sta facendo il giro del mondo e che ha sollevato le inevitabili proteste delle associazioni per i diritti Lgbtq. Alcuni vescovi hanno spiegato che l’uscita del Pontefice è stata accolta con qualche risata incredula, piuttosto che con imbarazzo, visto quanto fosse evidente la gaffe del Papa: l’italiano non è la sua lingua madre, quand’era ragazzo in famiglia parlavano il piemontese ed è quindi evidente, stando ai vescovi, che Francesco non fosse consapevole di quanto nella lingua italiana la parola sia offensiva.

Guarda anche 

A Berna si discute di un dietrofront sulle centrali nucleari

Il divieto di costruire nuove centrali nucleari potrebbe presto cadere. È perlomeno l'auspicio del ministro dell'Energia dell'UDC Albert Rösti che...
12.06.2024
Svizzera

Due terzi degli svizzeri favorevoli a una cassa malati unica

Due terzi degli svizzeri sono favorevoli all'abolizione delle casse malati private a favore di una cassa malati statale. È il risultato di un sondaggio di Delo...
12.06.2024
Svizzera

Dal Parlamento un primo passo verso un divieto del velo islamico nelle scuole

In Svizzera potrebbe presto essere vietato di indossare il velo islamico nelle scuole. Il Consiglio nazionale ha infatti approvato un postulato in questo senso con 104 vo...
12.06.2024
Svizzera

"Smentita ogni illazione e maldicenza di cui sono stato oggetto"

Il Consigliere di Stato Norman Gobbi, con un comunicato stampa trasmesso ai media, ha preso posizione in merito alla chiusura dell'inchiesta sull'incidente che lo...
11.06.2024
Ticino

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto