Sport, 27 febbraio 2024

Tutti a caccia di Verstappen: “Per i suoi rivali sarà dura!”

Formula 1: sabato parte il Mondiale. Ne parliamo con Alex Fontana

LUGANO - Sabato  inizia il Mondiale di formula 1. Si tratta della 74esima edizione. Come sempre, alla vigilia della gara d’apertura del Bahrain, si avanzano speculazioni, si fanno pronostici e si cerca di capire quali saranno le novità tecniche che potrebbero incidere sull’andamento della stagione che, come noto, si svolgerà su 24 Gran Premi, un record per la categoria che rappresenta la massima espressione del Motosport internazionale. Per analizzare il tutto, ci siamo rivolti come sempre al nostro Alex Fontana, che in passato ha avuto un assaggio di formula 1 quandò entrò a far parte della Lotus F1 Junior Team. Un’esperienza indimenticabile, che gli ha permesso di forgiarsi come pilota e come uomo. 



Alex: la fase di avvicinamento al Mondiale 2024 è stata caratterizzata da due notizie shock: il passaggio di Lewis Hamilton alla Ferrari e la squallida vicenda di Chris Horner. Partiamo dalla prima, da Lewis… 
Si è trattato senza dubbio della notizia più grande e inaspettata di questa off-season. Personalmente ha sorpreso anche me, visto che mi sarei aspettato un Lewis in Ferrari alcuni anni fa, ma ormai lo davo al cento per cento come testimonial Mercedes a vita. Invece, ecco la bomba. Sicuramente un colpo mediatico notevole per tutti i diretti interessati: Hamilton, Ferrari e Liberty Media.


Hamilton avrà bisogno di un mezzo ad altezza Red Bull... 
In generale per ambire a grandi risultati un pilota ha sempre bisogno di una buona macchina. In questo caso, l’effetto boomerang sarà ancora maggiore: dovesse finire a fare la comparsa in zona punti con un’auto poco competitiva o giocarsi qualche podio sempre alle spalle di Leclerc, sarebbe piuttosto triste. Dovesse invece rilanciare la Ferrari verso un titolo che manca da oltre quindici anni, invece… 


Non è troppo vecchio, insomma?
Fernando Alonso avrebbe da ridire. Con la preparazione odierna dei piloti e il passo gara delle pesanti formula 1 attuali, già di per sé rallentate dal risparmio benzina e dal degrado lampo delle gomme, un pilota può rimanere competitivo ben oltre l’età di Hamilton. 


Caso Horner: valendo la presunzione d’ innocenza, lei non ritiene che gli sportivi o i manager d’elite, ultimamente vadano spesso sopra le righe nei comportamenti etici?
Non sono a conoscenza dei dettagli né mi dilungo troppo nei gossip, in genere. Più che dire che siano i manager odierni a cadere di frequente in scandali, direi che siano piuttosto i media a scovarne di più e più frequentemente, anche quando magari non sono nemmeno veri. Vedremo cosa verrà fuori, qualsiasi sia il verdetto rimarrà comunque una macchia nera sul team e soprattutto sulla persona, che poi si riveli innocente o meno. 


Parliamo del Mondiale: Verstappen-Red Bull, così di primo acchito, sempre favoritissime? 
Sicuramente partono con il favore dei pronostici. La vettura presentata di recente lo dimostra: non sono stati conservativi, ma hanno estremizzato la vettura sulle componenti che già andavano bene e hanno lavorato molto su altri aspetti totalmente nuovi. Inoltre, tutti gli altri hanno in qualche modo cercato di ricalcare la Red Bull 2023, chissà che duro colpo vedere la vettura 2024 così modificata. 


Adrian Newey, che la Ferrari vorrebbe, ha costruito appunto una vettura ricca di novità. Che ne pensa?
Pull Rod per la sospensione anteriore, muso modificato attaccato direttamente all’ala, air washing sull’alettone anteriore modificato, filosofia anti-dive ancora più pronunciata in pieno stile Red Bull, ma pance con apertura verticale stile Mercedes 2023 e flussi dell’aria verso il posteriore e alettone a cucchiaio completamente rivisti, con il retrotreno per altro da scoprire (non vi sono fotografie dettagliate di proposito): sicuramente quella vista alla presentazione sarà solo una bozza della vettura che scenderà in pista, ma di certo non si può dire che non abbia lavorato ed estremizzato i concettiprecedenti.


Verstappen punta al record di Hamilton e Schumacher.
Ogni pilota che si rispetti punta a vincere. Che poi la vittoria sia un ulteriore record, quello è secondario.


Veniamo alle principali rivali: partiamo dalla Mercedes. Sarà Russell la prima guida? E Hamilton? 
Credo che Russell si butterà addosso ulteriori pressioni per conto suo: non è che voglia battere Hamilton tanto per, è che vorrà essere lui davanti per dimostrare che non debbano prendere chissà chi per sostituire Lewis dal 2025, perché vuole far capire al team che può contare su di lui come prima guida. Hamilton d’altra parte vorrà arrivare in Ferrari lanciatissimo, non sicuramente dopo una stagione opaca. 


La Ferrari non può permettersi un altro anno da vice o da terza forza e Sainz, al quale non è stato rinnovato il contratto, potrebbe essere un problema.
Certamente avere piloti sulla vettura che sono già stati appiedati prima di iniziare non aiuta i rapporti interni e gli ordini di scuderia, ma certamente qui vale solo una regola: ognuno pensi per sé. Sainz penserà ad essere la migliore versione di sé stesso per accaparrarsi il miglior contratto possibile con la migliore squadra disponibile. Nello sport non esiste miglior lettera di raccomandazione che i risultati, quando si cerca un nuovo impiego (ingaggio). 


La McLaren sarà la rivelazione? E semmai chi vedrebbe bene fra le altre scuderie? 
Detto sinceramente? Dalle presentazioni e i test non si capisce mai niente. Piuttosto spero che ci siano più vetture al vertice per rendere la lotta ancora più serrata e certamente ci aspettiamo che McLaren continui con un trend positivo, e soprattutto più costante dell’anno scorso! 


Che ne pensa, infine, della gara sprint? A noi pare una palla al piede.
Da appassionato, qualsiasi gara mi motiva e non posso che mettermi davanti alla TV, d’altra parte concordo che fino ad ora non abbiano prodotto delle gare particolarmente eccitantii. Vedremo con le nuove piste scelte in questa stagione 2024!

A.M.

Guarda anche 

Trionfo di Clay e della Williams ma niente champagne sul podio

SILVERSTONE (Gbr) - Oggi a Silverstone si disputa il Gran Premio di Gran Bretagna, dodicesima prova del Mondiale di formula 1. Proprio sul circuito inglese 45 anni f...
07.07.2024
Sport

“Fu un pilota straordinario. L’uomo? Non era perfetto”

LUGANO - Pino Allievi è stato per tanti anni la prima firma dell’automobilismo de La Gazzetta dello Sport. Autorevole, competente e senza peli sullaling...
30.04.2024
Sport

Juan Manuel Fangio rapito! È Fidel Castro il mandante

LUGANO - Storie dell’altro mondo, storie incredibili. Oggi il Mattino della Domenica inaugura una nuova rubrica, raccontando fatti e avvenimenti che hanno stra...
19.04.2024
Sport

È sempre formula Red Bull: doppietta Verstappen-Perez

SAKHIR (Bahrain) - Tante belle parole, tante aspettative e tante speranze. Si diceva: chissà che la nuova stagione cancelli o quanto meno ...
03.03.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto