Sport, 16 gennaio 2024

“Rafa Nadal è indistruttibile: presto lo rivedremo in campo”

La tennista ticinese Susan Bandecchi parla dello spagnolo e del suo nuovo stop

LUGANO - Il grande ritorno di Rafa Nadal in un torneo del Gran Slam (Australia) è dunque rimandato. Nei giorni scorsi, il bravo tennista spagnolo ha riscontrato un nuovo problema fisico, che lo costringerà a star fermo almeno per un mese. Una brutta botta, dal punto di vista morale, anche perché Nadal aveva appena terminato un lungo periodo di convalescenza. Di questo, ma non solo, abbiamo parlato con la tennista ticinese Susan Bandecchi, che in questi giorni si trova nelle stesse condizioni dell’atleta di Mallorca. “Purtroppo si, all’ultimo torneo della stagione 2023 mi sono fatta anche io un micro strappo al pettorale. Si pensava a 3 settimane di stop ma sono già alla quarta e non sono ancora guarita… Sto facendo una riabilitazione intensa ora e spero di tornare in campo tra una settimana”, ci ha detto nei giorni scorsi al telefono. E quali sono i suoi obiettivi? “Sicuramente tornare a giocare le qualifiche dei Grandi Slam, come primo obiettivo quindi direi il Roland Garros. A livello personale, ho l’obiettivo di migliorare e crescere ancora ma bisogna lavorare duro perché non si è mai arrivati. Sono sicura che se ritroverò un po’ di continuità tornerò più forte del 2022”. 


Parliamo ora di Rafa Nadal e della sua rinuncia all’open di Melbourne. Susan: Nadal sembrava pronto al grande ritorno nell’ Open australiano. Ora però si è fermato di nuovo per un problema causato da una microlacerazione muscolare. Altro stop in vista.
Sono sicura che sia un problema risolvibile, ho letto di un micro strappo (che tra l’altro è quello di cui soffro pure io), se il suo team di fisioterapisti lavora nel modo giusto penso che in 3-4 settimane potrà riprendere ad allenarsi. Non penso sia un infortunio preoccupante, ne ha sicuramente passate di peggiori.


C’è il rischio che Nadal debba fermarsi ancora a lungo? Sarebbe un brutto colpo per lui e il tennis...
Sicuramente si dovrà fermare un po’ e il fatto che fosse appena tornato a competere, a livello morale è pesante. Forse si sarebbe potuto prevedere, dopo un lungo stop come il suo, che tornare a competere ad alti ritmi può creare altri infortuni, ma sappiamo com’è Rafa, non molla mai e sono sicura che tornerà in campo appena possibile.


Dal punto di vista mentale lo spagnolo sembra tuttavia fortissimo.
Esatto, come detto sopra, è uno che non molla mai.Ha dimostrato più e più volte quanto il suo amore
per il tennis sia forte, quanto sia lottatore. Ha avuto e superato talmente tanti infortuni gravi che questo non penso lo preoccupi più di quel tanto… 


Nadal è conosciuto per giocare lunghi scambi: questo problema potrebbe nuocergli in futuro?
Ho seguito il suo torneo di rientro, devo dire che fisicamente non è il Rafa di anche solo 2-3 anni fa ma penso sia del tutto normale. Ormai non è più giovane, è stato fermo un anno intero. Penso che il suo rientro del 2024 sia più che altro per salutare i fan in campo e giocare con quello che ha. Non penso che questo infortunio possa nuocergli più degli altri, vedremo lo stesso Rafa del torneo di Brisbane quando tornerà.


Il fatto che abbia dovuto subire un lungo stop, potrebbe provocargli una nuova assenza di più mesi. Come fare poi per tornare in forma ed essere competitivo?
Come già detto, ha affrontato infortuni ben peggiori. Sa sicuramente come tornare da un infortunio e come poter competere al meglio. Dovrà seguire i tempi giusti di guarigione e poi tornare ad allenarsi gradualmente finché non ritroverà la forma fisica giusta, penso che lo abbia fatto talmente tante volte che ormai è abituato.


Un ritorno forzato o prematuro potrebbe essergli fatale?
Ovvio che, a maggior ragione a 37 anni, vanno seguite delle tempistiche corrette. Non bisogna affrettare i tempi ed essere sicuri di tornare in campo solo una volta essere guariti del tutto. Penso che ormai abbia la giusta; esperienza per sapere esattamente quando rientrare e come farlo.


Ora il suo obiettivo diventa il Roland Garros?
Secondo me potrebbe tornare anche prima, siamo soltanto a metà gennaio. Verrà seguito sicuramente dai migliori medici e fisioterapisti; vorrei essere fiduciosa conoscendo il problema che ha e azzarderei nel dire che possa già tornare per i tornei di Indian Wells e Miami A 37 anni potrebbe decidere di mollare.
Penso che questo sarà il suo ultimo anno, d’altronde lo fatto capire anche lui. Vuole fare l’ultimo tour di saluto e giocare tutti i tornei che hanno segnato la sua carriera, è probabile che a fine anno si ritirerà dal tennis.

MDD

Guarda anche 

Ecco il documentario su Federer: un modo per salutarlo e ricordare le sue gesta

LUGANO – Il prossimo 20 giugno, su Amazon Prime, sarà disponibile il documentario relativo a Roger Federer: “Federer: gli ultimi dodici giorni”. ...
13.06.2024
Sport

GALLERY – Marta Kostyuk infiamma Parigi… e i social

PARIGI (Francia) – Il suo Roland Garros, nel torneo di doppio, in coppia con la rumena Gabriela Ruse, si è interrotto in semifinale, al cospetto della coppia...
11.06.2024
Sport

Sinner è il numero 1, ma Alcaraz riscrive la storia

PARIGI (Francia) – Il Roland Garros è riuscito nell’impresa di entrare nella storia del tennis per diversi motivi. Prima di tutto perché, a part...
10.06.2024
Sport

Sinner e la vetta Atp sulle orme di Nadal e di Re Roger

PARIGI (Francia) – C’è attesa per le due semifinali del Roland Garros maschile che si disputeranno domani (oggi tocca a quelle femminili). Se da una pa...
06.06.2024
Sport

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto