Svizzera, 27 giugno 2023

Condannata e espulsa per aver gestito un giro illegale di prostitute

Una cittadina nigeriana di 34 anni è stata condannata lunedì a Losanna per traffico di esseri umani e riciclaggio di denaro per aver gestito un giro clandestino di prostitute provenienti dal suo paese. L'imputata si coordinava con la sua famiglia in patria per mettere in viaggio donne molto giovani, spesso minorenni, e spedirle in Europa dopo un viaggio spesso traumatico.

Venivano poi costrette a prostituirsi, minacciate di rappresaglie contro le loro famiglie e sottoposte a un rituale religioso in cui venivano minacciate la morte in caso di disobbedienza. Le donne dovevano poi versare gran parte del loro reddito alla 34enne, con la giustificazione di ripagare spese di viaggio arbitrariamente inflazionate.



L'imputata è stata scoperta dopo che tre vittime hanno sporto denuncia, un fatto raro in questo campo, riporta “24 heures”. Il secondo fatto raro è che la 34enne ha ammesso i fatti e il danno causato, ed è stata quindi processata con una procedura semplificata.

L'ammissione dei fatti e il fatto che l'imputata era stata lei stessa una protistuta con un vissuto simile alle vittime è stato preso in considerazione per attenuare la pena di Gladys, che è di 4 anni e 6 mesi di prigione e una multa di 180 aliquote giornaliere a 30 franchi, oltre all'espulsione dalla Svizzera per dieci anni. Dovrà inoltre pagare 50'000 franchi di danni morali a ciascuna delle vittime, oltre a danni economici, insieme al marito, suo complice, che sarà processato separatamente.

Guarda anche 

La Corte europea per i diritti dell'uomo condanna la Svizzera per "inazione climatica"

Martedì la Corte europea dei diritti dell'uomo (CEDU) ha condannato per la prima volta uno Stato, la Svizzera, per violazione della Convenzione sui diritti del...
09.04.2024
Svizzera

Per protestare contro il lupo, depongono le pecore uccise davanti alla sede del Governo

"Siamo stufi, vogliamo che il lupo venga ucciso", racconta un macellaio di Oulens, nel canton Vaud. “Non possiamo vivere insieme, il nostro territorio &eg...
07.04.2024
Svizzera

Dopo pochi mesi in Svizzera viene condannata per furto, racket e soggiorno illegale

Una lista impressionante di oggetti rubati, soggiorno illegale e racket: una donna austriaca è stata recentemente condannata nel cantone di Berna per aver rubato g...
04.04.2024
Svizzera

Condannato a 19 anni di carcere per aver seppellito un amico in una grotta

La Corte Suprema del Canton Argovia non ha riconosciuto l'irresponsabilità dell'imputato e ha confermato la pena detentiva dell'"assassino delle c...
26.03.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto