Sport, 29 maggio 2023

“Il calcio mi piaceva molto ma poi ho dovuto scegliere”

Lo sciatore mesolcinese Federico Toscano fa parte da poco dei quadri B della nazionale

LUGANO - Ragazzo dai modi gentili, introverso, riflessivo e sicuro di sé, Federico Toscano è arrivato dove ha sempre sognato di stare: nei quadri della nazionale svizzera di sci. Da pochi mesi è nella squadra B: il penultimo scalino prima di entrare nell’Olimpo. Lui, per la verità, non se ne cura molto: hai i piedi ben piantati per terra ed è consapevole che la strada è ancora lunga e irta di ostacoli. Tanto per chiarire: lo sciatore mesolcinese (vive con la famiglia a San Bernardino) è pronto ad affrontare ogni avversità, visto che nella sua pur breve ma luminosa carriera ha già dovuto convivere con due infortuni piuttosto pesanti. In entrambi i casi, nel 2018 e nel 2021, ha rotto i ligamenti crociati del ginocchio destro.


“Ma mi sono rialzato, non senza qualche difficoltà. E non nascondo che è stata dura: in alcuni momenti mi sono chiesto se ne valesse ancora la pena. Alla fine, ho capito che lo sci è una parte importante della mia vita. E quindi mi sono messo di buzzo buono. È stata una scelta vincente”. 



Chicco, come viene soprannominato da amici e parenti, ha dimostrato di avere un fibra eccezionale.“La mia famiglia mi è stata vicina e si è rivelata fondamentale nella fase della convalescenza e poi del recupero”.


Una famiglia, detto per inciso, di sciatori: papà Emilio e la sorella Martina hanno corso in Coppa Europa! “Siamo sciatori da generazioni e ricordo che anche mio fratello Sebastiano si cimenta in questo bellissimo sport. Mia sorella Martina è stata fondamentale nella mia crescita. Mi aiuta e mi consiglia”, dice il ragazzo grigionese, unico rappresentante in questo momento della Svizzera italiana, oltre naturalmente a Lara Gut, nei quadri della Nazionale di sci alpino. Non scontato. 


“Qualche anno fa era presente anche Beatrice Scalvedi ma poi causa infortunio è uscita di scena. Adesso siamo solo Lara e il sottoscritto. Ammetto che ciò mi rende orgoglioso e mi trasmette una grande motivazione. E naturalmente significa più responsabilità, anche se per me non cambia nulla: cerco di non mettermi addosso troppa pressione ”.


Federico, che abbiamo incontrato nei giorni scorsi a Bellinzona, è stato anche un buon calciatore.
“Ho militato per qualche stagione nella squadra dei Grandi Nani della Mesolcina. Mi piaceva parecchio. Ruolo? Centrocampista. Ad un certo punto però ho dovuto scegliere fra il pallone e lo sci. E alla fine ho optato per lo sport di...famiglia. Forse se avessi investito nel calcio lo stesso tempo investito nello sci, avrei potuto fare una buona carriera. Non lo so. È un dubbio che mi porto ancora appresso. Ma sono contento così”.


Federico attualmente studia a distanza in una università tedesca: sport e management. Tanti impegni importanti, insomma, ma anche tante rinunce.
Fa parte della vita dello sportivo, ma se fatto con piacere più che un sacrificio è una scelta. Non è sempre facile rinunciare ad avere una vita sociale ma come in ogni campo ogni decisione comporta delle rinunce. Chiaro: non è facile dire di no, alla fine...


Come si diceva in apertura, nel mese di marzo scorso Toscano è stato inserito nei quadri B. Un traguardo raggiunto dopo aver ottenuto degli eccellenti risultati nella recente stagione.
Nella stagione 2022/23 appena conclusa ho strappato un secondo posto nello slalom speciale di Burke Mountain, nel Vermont, nella Nor-Am Cup (Coppa America), ho vinto il titolo ai campionati francesi di slalom gigante, ho strappato un quarto posto ai campionati svizzeri di slalom speciale nonché alcuni altri podi in gare FIS. A gennaio ho anche avuto l’onore di rappresentare la Svizzera ai World University Games di Lake Placid sempre in America. Ed è proprio durante la stagione appena conclusa che ho preso parte alle mie prime gare di Coppa Europa.


Inevitabile chiedergli quali sono i prossimi obiettivi.
Adesso sono in fase di recupero per i noti problemi al ginocchio. Per questo motivo mi reco una volta alla settimana a San Gallo dove seguo delle cure specifiche. Tornando alla domanda: nella prossima stagione voglio fare bene in Coppa Europa e migliorare la mia posizione nel ranking mondiale La Coppa del Mondo è un sogno: ma arrivarci non è così semplice. La concorrenza é molto alta a livello internazionale ma anche all’interno della squadra rossocrociata. Sicuramente fare bene in Coppa Europa ed entrare nei primi dieci dipende anche dalle dinamiche e dai posti liberi.


Per competere a questi livelli hai bisogno di sponsor. Difficile reperirli?
Sono grato a chi mi ha sostenuto durante la stagione appena terminata. Mi auguro che mi appoggino anche nella prossima, con la speranza che si aggiungano nuovi patrocinatori.


Infine: quali sono i suoi idoli dello sci moderno?
L’americano Ted Ligety, per il suo strepitoso modo di sciare, ma anche il nostro Marco Odermatt è un bellissimo esempio da seguire conclude lo sciatore rossocrociato del San Bernardino

M.A.

Guarda anche 

Lara, un fantastico tris in attesa di Odi

SAALBACH (Austria) – Se qualcuno pensava che Lara Gut-Behrami e Marco Odermatt fossero soddisfatti dopo aver alzato al cielo la scorsa settimana la coppetta di Giga...
24.03.2024
Sport

“Vogliamo fare da traino al movimento cantonale”

LUGANO -  Adriano Alari, nato e cresciuto a Cresciano, è il figlio del popolare sprinter ticinese degli Anni 70, Piero, il padre del Kids Tour. Con lui c...
19.03.2024
Sport

Lara e Marco a braccetto dominando lo sci mondiale

SAALBACH (Austria) – Sono entrambi biondi, belli e svizzeri. Entrambi sanno sciare in maniera divina. Entrambi sanno essere costanti su tutto l’arco della sta...
18.03.2024
Sport

Allievo litiga con dei compagni e si presenta a scuola armato di ascia

Un allievo di una scuola media di Berna è corso a casa dopo una discussione con i suoi compagni e ha poi fatto ritorno nel cortile armato di un'ascia. L'ep...
14.03.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto