Svizzera, 17 gennaio 2023

Accusato di aver ucciso la moglie con una dose letale di medicamenti

Un bernese di 51 anni è accusato di aver ucciso sua moglie somministrandole una dose letale di colchicina. Questo medicamento, utilizzato per il trattamento della gotta, può essere tossico a dosi elevate. L'uomo avrebbe comprato la sostanza su Internet e utilizzata per uccidere la moglie nel marzo 2021. L'aveva fatta ingerire a sua insaputa sotto forma di polvere, mescolata a vari piatti e bevande. Gli esami hanno dimostrato che la vittima aveva nel sangue una dose sei volte superiore a quella letale, ovvero l'equivalente di almeno 240 compresse.

La donna, 54 anni, si era recata in ospedale dopo aver sofferto di diarrea e dolori. Ma le fu detto che si trattava di una gastroenterite. Il giorno successivo è tornata in ospedale: si sospettava un norovirus. Due giorni dopo è morta per "insufficienza di organi multipli". Il marito è stato arrestato meno di un mese dopo.



In tribunale, lunedì, il 51enne è stato evasivo e confuso. Ha detto di aver messo solo pochi grammi di polvere nel caffè della moglie "per farle venire il mal di stomaco" e che era stata lei a ordinare la colchicina. Gli investigatori hanno trovato sul suo computer una ricerca di "veleni". La vittima stava consultando Google per chiarire sintomi che non riusciva a spiegare.

L'avvocato del bernese ritiene che dovrebbe essere condannato per omicidio colposo, in quanto non sapeva che la sostanza poteva essere fatale. L'opinione del Ministero pubblico è molto diversa e ha ricordato che, il giorno prima della morte della moglie, l'imputato aveva dichiarato il suo amore per l'amante e le aveva proposto una vacanza in Ticino. Ha chiesto 18 anni e mezzo di carcere per l'accusato, un "assassino senza scrupoli e assolutamente vigliacco".

Guarda anche 

Un bruco manda 13 bambini all'ospedale

Un bruco ha mandato all'ospedale 13 allievi di una scuola di Basilea Campagna martedì pomeriggio. A raccontare l'accaduto al Blick è Laila Amaral, ...
30.05.2024
Svizzera

Diverse valanghe nel canton Berna causano almeno un morto e quattro feriti

Diverse valanghe si sono prodotte giovedì pomeriggio nei pressi del lago Oeschinen, nel canton Berna, come riferiscono diversi testimoni presenti ai media locali. ...
10.05.2024
Svizzera

Due pensionati finiscono in tribunale per un dito medio e un fantomatico ex fidanzato

Una vicenda singolare quanto triste ha avuto luogo gli scorsi mesi in una casa per anziani di Basilea. Protagonisti due pensionati, un uomo e una donna, la cui lite ha as...
26.04.2024
Svizzera

Un ristoratore truffa la Confederazione per 250'000 franchi e rischia l'espulsione

Il proprietario di un ristorante di Lucerna è riuscito a incassare 250'000 franchi tramite aiuti Covid. L'uomo, un 53enne italiano, a partire da marzo 2020...
23.04.2024
Svizzera

Informativa sulla Privacy

Utilizziamo i cookie perché il sito funzioni correttamente e per fornirti continuamente la migliore esperienza di navigazione possibile, nonché per eseguire analisi sull'utilizzo del nostro sito web.

Ti invitiamo a leggere la nostra Informativa sulla privacy .

Cliccando su - Accetto - confermi che sei d'accordo con la nostra Informativa sulla privacy e sull'utilizzo di cookies nel sito.

Accetto
Rifiuto