Sport, 05 agosto 2022

Il Lugano si inchina: ora servirebbe l’impresa

Lo 0-2 casalingo di ieri sera contro il Beer Sheva mette i bianconeri con le spalle al muro: il cammino europeo rischia già di finire

LUGANO - 20 anni di attesa per 90’ senza vere occasioni da rete (e 2 gol subiti). Potremmo sintetizzare così quanto visto ieri sera a Cornaredo dove il Lugano è tornato a disputare un match europeo nel suo vero stadio, ma non è riuscito a fare neanche il solletico agli israeliani del Beer Sheva nel terzo turno di preliminari di Conference League.


Eppure la truppa di Mattia Croci-Torti poteva far leva su una condizione fisica sulla carta migliore, visto che il campionato israeliano non è ancora iniziato, ma anche questo non è bastato. Troppo corta la coperta bianconera, troppi gli errori in fase di costruzione (specie nel secondo tempo quando gli ospiti hanno abbassato il ritmo lasciando il pallino del gioco nei piedi di Sabbatini
e compagni), troppo sterile la fare offensiva col solo Bottani a provarci nella prima frazione.


Alla fine agli israeliani sono bastate tre occasioni nel primo tempo per fare centro una volta e un contropiede nella seconda frazione per chiudere sul 2-0 la contesa di andata e mettere una serissima ipoteca sul passaggio del turno.


Sì perché ora al Lugano servirà l’impresa, la partita perfetta in trasferta (dove in Europa League qualche anno fa perse rocambolescamente per 2-1) per ribaltare il tutto e non salutare così presto quel cammino europeo conquistato con la strepitosa vittoria in Coppa Svizzera. Ma senza innesti di valore neanche il Crus (non ce ne voglia, anzi…) può fare miracoli.

Guarda anche 

Lugano, eccoti la pausa più dolce possibile

LUGANO – YB 35 punti. Servette, secondo, 25. La classifica di Super League, per quanto concerne la lotta per il titolo, sembra bella che impacchettata: andare a pre...
14.11.2022
Sport

Ribattere il Winterthur e poi tutti in pausa felici

LUGANO - Pausa: Il campionato del Lugano - e delle altre 9 compagini di Super League - termina oggi. Alle 16.30 a Cornaredo si rivede il Winterthur, già ...
13.11.2022
Sport

Nel segno di Mattia: Bottani regala il Sion ai campioni in carica

LUGANO – Doveva esserci il tutto esaurito a Cornaredo. Doveva esserci il pienone che la Coppa Svizzera vinta a maggio meritava. A Cornaredo ieri sera doveva esserci...
10.11.2022
Sport

“Se penso al mio Lugano mi viene ancora il magone”

LUGANO - Una delle scene più toccanti e commoventi della storia moderna del FC Lugano è ritratta in una foto del famoso Sion-Lugano (2-1) della primave...
11.11.2022
Sport