Svizzera, 29 giugno 2022

Prete giocava al gioco d'azzardo con i soldi dei fedeli, dovrà andare in carcere

Un prete cattolico di 52 anni è stato condannato a 3 anni di carcere, di cui 6 mesi da scontare, dal tribunale penale di Lucerna per aver finanziato la sua dipendenza dal gioco d'azzardo con i soldi della sua parrocchia. Il tribunale lo ha giudicato colpevole di frode professionale, falsificazione e ripetute violazioni della fiducia. Il caso è stato giudicato a Lucerna, il cantone in cui è stata presentata la prima denuncia contro l'ecclesiastico.

Tra il 2009 e il 2018, quando era parroco a Küssnacht (SZ), il 52enne aveva preso in prestito denaro da varie persone senza restituirlo. Durante la lettura della sentenza, il presidente del tribunale ha sottolineato che "solo tre anni di carcere" sono una condanna "molto leggera" in un caso di "grave criminalità". La proposta dell'accusa di non sospendere l'intera pena è stata accettata dal tribunale, poiché l'ex sacerdote era dipendente dal gioco d'azzardo. Il caso è stato trattato con un procedimento abbreviato e la sentenza è ora definitiva e in vigore. L'ex sacerdote ha ammesso le accuse. Dopo essersi dimesso dal suo incarico nel giugno 2018, ha iniziato un trattamento terapeutico in una clinica.



Circa 70 persone sono state coinvolte nel processo. L'uomo aveva scritto lettere alle vittime, ottenendo così prestiti per circa 3,3 milioni di franchi. Con questo denaro si è recato al casinò di Costanza, in Germania, dove ha giocato a blackjack e roulette, secondo quanto riportato dal sito kath.ch. Aveva anche usato il denaro per pagare i debiti con altri creditori.

Nel 2018, i fedeli hanno lanciato una campagna di crowdfunding con l'obiettivo di raccogliere 300'000 franchi entro agosto per aiutare il sacerdote a risolvere i suoi problemi economici.

Guarda anche 

Autore di due risse violente, viene espulso ma evita il carcere

Un cittadino kosovaro di 24 anni è comparso la scorsa settimana davanti al Tribunale distrettuale di San Gallo. L'uomo si era reso protagonista di due risse ne...
26.01.2023
Svizzera

Condannato a 14 anni di carcere e espulsione per aver ucciso la moglie a coltellate

Un cittadino eritreo che ha ucciso la moglie con 23 coltellate il 22 aprile 2021 in un appartamento di Peseux (NE) è stato condannato a 14 anni di reclusione, segu...
25.01.2023
Svizzera

Carpentiere lavora così male che finisce denunciato e condannato

Essere artigiani indipendenti non è per tutti. Un carpentiere in proprio, attivo nella regione del Giura, ha lavorato così male e aveva così tante co...
21.01.2023
Svizzera

Aggredisce i veterinari venuti a controllare i suoi cani, condannato

Il Ministero pubblico di Basilea Campagna ha recentemente condannato un uomo di 44 anni a pagare una multa di 1'000 franchi svizzeri e a multe sospese per un totale d...
19.01.2023
Svizzera