Svizzera, 10 maggio 2022

L'ambasciatore UE mette in guardia la Svizzera, "l'Unione europea non è un menù a la carte"

L'ambasciatore dell'UE a Berna Petros Mavromichalis (nella foto) avverte la Svizzera che l'Unione europea non è un "menù à la carte" dove si possono scegliere quali leggi seguire e quali no. "La forza del mercato unico è che tutti gli stati partecipanti rispettano le stesse regole", ha detto Mavromichalis in un'intervista alla Neue Zuercher Zeitung pubblicata lunedì. In caso di dubbio, c'è un organo, la Corte di giustizia europea, che interpreta le regole, ha continuato. "Questo deve valere anche per la Svizzera, nei settori in cui la Confederazione partecipa al mercato interno.

Non è possibile abolire la clausola della ghigliottina, come vorrebbe il Consiglio federale, ha sottolineato l'ambasciatore, perché non ci deve essere un menù à la carte. "Non possiamo trattare diversamente un paese terzo come la Svizzera, che fa parte del mercato unico. Non capisco perché questo non sia compreso
in Svizzera".

Secondo il diplomatico, l'UE sta esaminando la proposta della Svizzera di risolvere le questioni controverse su base settoriale nei vari accordi. Questa soluzione renderebbe più difficile risolvere le questioni istituzionali rispetto a un approccio orizzontale e globale, osserva. "Ma l'UE non è ideologica. Per esso, è il risultato finale che conta" afferma Mavromichalis.

Bruxelles vuole che tutti gli accordi di accesso al mercato includano l'obbligo di riprendere la legge in modo dinamico e lo stesso meccanismo giuridico per risolvere le controversie, continua Mavromichalis. Regolamenti come le clausole di salvaguardia sono possibili in alcuni settori, ma dovrebbero rimanere l'eccezione, aggiunge.

"Dovrebbero riferirsi a problemi specifici ed essere limitati nel tempo. D'altra parte, non è possibile escludere certi accordi come la libera circolazione delle persone o intere direttive UE", ha detto.

Guarda anche 

Il Kosovo chiederà l'adesione all'UE entro la fine di dicembre

Il presidente del Kosovo Vjosa Osmani (nella foto) ha annunciato martedì che il suo Paese presenterà una domanda di adesione all'Unione Europea entro la...
07.12.2022
Mondo

“La guerra in Ucraina ha mostrato la debolezza dell'UE”

Il primo ministro finlandese Sanna Marin ha dato venerdì una valutazione "molto onesta" delle capacità dell'Europa di fronte alla guerra de...
03.12.2022
Mondo

Macron indagato per finanziamento illecito della campagna elettorale

La Procura Nazionale delle Finanze (PNF) ha annunciato giovedì di aver aperto due inchieste giudiziarie in ottobre con l'accusa di "non conformit&agrav...
25.11.2022
Mondo

Successione Maurer, l'UDC propone Albert Rösti e Hans-Ueli Vogt

In una riunione tenutasi venerdì a Hérémence (VS), i membri del gruppo UDC alle Camere federali hanno deciso di candidare Albert Rösti (BE) e...
19.11.2022
Svizzera