Svizzera, 09 maggio 2022

Aveva accecato il pilota di un Super Puma con un laser, rischia l'espulsione

Nel febbraio dello scorso anno, un elicottero Super Puma delle Forze aeree svizzere si trovava in volo di addestramento sopra il lago di Walen, tra il canton San Gallo e il canton Glarona. A un certo punto, il pilota e il copilota si accorsero di essere accecati da un raggio laser.

L'equipaggio è rimasto accecato per circa due minuti e ha subito informato la polizia di essere stata presa di mira da qualcuno con un puntatore laser. Dopo un'ora e mezza, la polizia comunale di Walenstadt (SG) ha identificato il sospetto, un tedesco di 35 anni. Un puntatore laser verde di classe 3B è stato trovato su di lui. Il 35enne ha allora confessato alla polizia di essere stato lui ad accecare l'equipaggio del Super Puma. Lunedì, l'uomo deve rispondere delle sue azioni al tribunale distrettuale Werdenberg-Sarganserland a Mels (SG).

Secondo quanto si legge nell'atto di accusa, citato da "20 minuten", l'uomo era salito sulla sua terrazza sul tetto alle 19 di quella sera. Da lì, ha puntato il puntatore laser sul
Super Puma. L'incidente ha lasciato entrambi i piloti illesi e sono stati in grado di effettuare il volo di addestramento senza ulteriori incidenti.

Secondo il ministero pubblico del canton San Gallo, l'imputato aveva voluto colpire il Super Puma e aveva inoltre accettato che il pilota perdesse il controllo dell'elicottero. Inoltre, aveva rischiato "gravi lesioni, soprattutto agli occhi" per i piloti.

In totale, l'uomo è accusato di tentate lesioni personali gravi, tentata interruzione del traffico pubblico e tentata interruzione del servizio militare. Inoltre, ha violato la legge sulla protezione contro i pericoli delle radiazioni non ionizzanti e del suono, che regola l'uso dei puntatori laser.

L'accusa chiede quindi una pena detentiva sospesa di otto mesi, una pena pecuniaria di 15 aliquote giornaliere a 110 franchi (1650 franchi) entrambe sospese per due anni oltre al pagamento di 350 franchi. Inoltre, il tedesco rischia di essere espulso dalla Svizzera per un periodo di cinque anni.

Guarda anche 

Dà 30'000 franchi in contanti e gioielli a degli sconosciuti

Giovedì, poco prima delle 14.30, una donna di 86 anni residente a San Gallo ha ricevuto una telefonata "shock" da un sedicente agente di polizia. Questi ...
04.02.2023
Svizzera

In cinque rischiano l'espulsione per una brutale aggressione a un passante

Durante una notte in cui avevano alzato il gomito per le vie del centro di Zurigo, cinque giovani avevano aggredito un uomo di 34 anni sulla Langstrasse. Per il malcapita...
31.01.2023
Svizzera

Autore di due risse violente, viene espulso ma evita il carcere

Un cittadino kosovaro di 24 anni è comparso la scorsa settimana davanti al Tribunale distrettuale di San Gallo. L'uomo si era reso protagonista di due risse ne...
26.01.2023
Svizzera

Tre anni di carcere per un padre di famiglia che abusava della moglie e picchiava i figli, ma niente espulsione

Un cittadino kosovaro di 50 anni residente nel canton Vaudè stato condannato a tre anni di carcere per aver abusato della moglie e maltrattato i figli per un perio...
19.01.2023
Svizzera