Svizzera, 08 aprile 2022

Morto poco dopo aver ricevuto il vaccino, la giustizia deve indagare

La giustizia ginevrina dovrà indagare la morte di un settantenne deceduto poco dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino covid il 15 marzo 2021. Come riporta la Tribune de Genève, dopo aver avuto la sua prima dose Pfizer, l'uomo aveva aspettato i 15 minuti di osservazione, poi ha lasciato il locale verso le 15.30. Poco dopo però si è sentito improvvisamente male per strada e dopo essere crollato a terraè morto in pochi minuti.

Dopo questa tragedia, il Ministero pubblico ginevrino ha richiesto un'autopsia, che ha concluso il 5 maggio che "i dati raccolti non permettono di determinare la causa della morte". Infine, l'ipotesi della "morte naturale" è stata mantenuta come la più probabile. Nel frattempo, la famiglia ha informato l'autorità di vigilanza, Swissmedic, del caso. Una delle figlie del defunto ha intentato una causa civile ma, lo scorso dicembre, il pubblico ministero aveva chiuso il caso.

Conclusione che la figlia non ha però accettato, e si è quindi rivolta alla Camera penale d'appello per far annullare la decisione. E ci è riuscita. Secondo lei, la causa più probabile era un disturbo del ritmo cardiaco causato dall'iniezione. Ha criticato la procura per non
aver "esplorato la possibilità di un errore medico e/o un difetto nella partita di vaccini". Suo padre, che aveva già avuto un cancro al colon e ai polmoni, era anche "altamente allergico a molti prodotti medici", al punto che dovette interrompere la sua chemioterapia.

La Camera Penale d'Appello ha ritenuto che l'ipotesi della morte naturale non sia stata stabilita: "Non intraprendendo alcun passo investigativo per determinare l'effettiva causa della morte, il Ministero pubblico non è stato in grado di escludere totalmente l'esistenza di un nesso causale tra la vaccinazione e la morte". Ha quindi chiesto al Ministero pubblico di estendere la sua indagine oltre il semplice rapporto dei medici legali: "La vicinanza temporale tra la vaccinazione e la morte è innegabile", ha scritto. Non è un caso che Swissmedic abbia registrato l'evento nella sua banca dati di farmacovigilanza e abbia richiesto il rapporto dell'autopsia al pubblico ministero.

L'inchiesta deve quindi essere ripresa, in particolare con il produttore del vaccino sulla possibilità di una partita difettosa e sul corso esatto del trattamento del deceduto al centro di vaccinazione il giorno del suo decesso.

Guarda anche 

“US Open? Non dipende da me: il vaccino non è un’opzione”

LONDRA (Gbr) – Novak Djokovic resta inflessibile sulle sue opinioni e sulle sue posizioni in merito al vaccino per il covid anche se questo dovesse costargli, co...
26.06.2022
Sport

Allevatore condannato per la quarta volta per maltrattamenti "solo" con una multa, animalisti arrabbiati

La quarta condanna ad un allevatore che era accusato di maltrattare i suoi animali ha fatto arrabbiare gli animalisti, che ritengono sia scandaloso che l'uomo possa a...
22.06.2022
Svizzera

L'imam che auspicava la distruzione delle altre religioni sarà espulso, ma niente carcere

Il predicatore islamico che in un sermone auspicava la distruzione dei seguaci delle altre religioni è stato condannato a una pena detentiva sospesa e all'espu...
22.06.2022
Svizzera

Una ruota della sua auto si stacca durante un tamponamento e uccide una donna, dovrà andare 6 mesi in carcere

L'autore di un tamponamento dovrà andare in carcere perchè durante la collisione una ruota della sua auto si è staccata e ha colpito mortalmente ...
16.06.2022
Svizzera