Svizzera, 26 marzo 2022

"Mezzi pubblici gratuiti per tutti i rifugiati e per chi è in assistenza"

La decisione di concedere i mezzi pubblici gratuiti ai rifugiati a fatto parecchio discutere questa settimana e in diversi hanno sollevato la questione della parità di trattamento, se non verso i cittadini svizzeri, perlomeno verso i rifugiati non ucraini a cui questo privilegio non viene concesso. La soluzione migliore, secondo il co-presidente del Partito socialista Cédric Wermuth, sarebbe che tutti i rifugiati in procedura d'asilo possano viaggiare gratuitamente, una richiesta appoggiata dalla consigliera nazionale dei Verdi Florence Brenzikofer, che aveva presentato una mozione in questo senso al Consiglio federale, il quale ha risposto che avrebbe analizzato la questione.

Wermuth è andato anche oltre e ha approfittato dell'occasione per chiedere che ulteriori categorie siano esentate dal pagare i trasporti pubblici. Interpellato da "20minuten", il co-presidente PS immagina di dare a chiunque sia in assistenza il diritto a tre mesi di trasporto pubblico gratuito all'anno. "È fattibile e non c'è nessun problema dal punto di vista della giustizia sociale", ha detto Wermuth. 


Allo stesso tempo, la Svizzera dovrebbe, come altri paesi, rendere i trasporti pubblici più attraenti per l'intera popolazione. Propone, per esempio, che sia reso più accessibile l'abbonamento a metà prezzo, con un costo di 100 franchi all'anno (rispetto ai 180 attuali).

L'azienda che rappresenta la rete dei trasporti pubblici non è però entusiasta della proposta. "Non siamo in grado di offrire un abbonamento generale permanente ad altri gruppi di rifugiati o alla popolazione", dice il portavoce di Alliance SwissPass. Il Consiglio federale non è ancora intervenuto in questi casi e, fino a quando non deciderà di sostenere l'approccio, sono le aziende di trasporto pubblico che offrono viaggi gratuiti, a loro spese.

Estendere la misura ad altri "scaverebbe un nuovo buco nelle nostre casse, che sono già state danneggiate dalla crisi del coronavirus, un buco che dovrebbe essere riempito dai contribuenti", ha aggiunto.

Guarda anche 

Da subito i trasporti pubblici sono gratuiti per i rifugiati ucraini

Finora, i rifugiati ucraini potevano viaggiare gratuitamente sui trasporti pubblici dal loro arrivo in Svizzera alla loro destinazione finale. D'ora in poi, potran...
22.03.2022
Svizzera

Cédric Wermuth vuole vietare i viaggi in aereo a corto raggio ma poi vola a Berlino a festeggiare l'SPD

Il co-presidente del partito socialista Cèdric Wermuth (nella foto) si era detto favorevole a vietare i viaggi aerei a corto raggio, con destinazioni "raggiun...
04.10.2021
Svizzera

Per il presidente del PS "il Partito socialista si batte per i lavoratori che si alzano alle 8 del mattino"

Uno scivolone forse rivelatorio quello del co-presidente del Partito socialista Cedric Wermuth (nella foto), il quale, in un'intervista rilasciata a "Blick roman...
02.09.2021
Svizzera

Il Partito socialista chiede di cedere sulla cittadinanza europea per salvare l'accordo quadro con l'UE

Mostrare fermezza sulle misure di accompagnamento ma cedere alla cittadinanza europea: è quanto propone il PS per sbloccare la situazione intorno all'accordo q...
29.04.2021
Svizzera