Svizzera, 01 gennaio 2022

Nel 2022 atteso un netto aumento dei richiedenti l'asilo

Nel 2021 la Svizzera ha registrato circa 14'500 domande d'asilo, stando a Mario Gattiker, capo della Segreteria di Stato della migrazione (SEM). Una cifra al ribasso rispetto agli anni precedenti dovuto alla pandemia ma anche le misure prese alle frontiere esterne dello spazio Schengen, ha spiegato Gattiker al Blick giovedì. È anche il risultato della politica migratoria di Berna, secondo lui: "La Svizzera vuole offrire protezione ai rifugiati che ne hanno bisogno, ma non vuole attirare i migranti che non hanno motivi per richiedere asilo", afferma.

Per il 2022, il capo del SEM, che lascerà il suo posto alla fine dell'anno per andare in pensione, si aspetta 15'000 casi ma avverte che la Svizzera potrebbe benissimo avere a che fare con 25'000 domande. Un'ipotesi che potrebbe diventare realtà se la situazione sul fronte Covid migliora già da questa primavera. "Il virus dovrebbe allora essere meno un deterrente per i migranti di quanto lo sia oggi", dice il capo della SEM. Inoltre, più persone potrebbero tentare di attraversare il Mediterraneo tra il Nord Africa e l'Italia, secondo Mario Gattiker. "Già quest'anno gli sbarchi in
Italia sono aumentati", ha detto.

Inoltre, Gattiker sottolinea la crescente instabilità politica in molti paesi, che è esacerbata dalle difficoltà economiche causate da Covid. "L'Etiopia, dove vivono 5 milioni di rifugiati, è sull'orlo della guerra civile. Anche la situazione in Libia è molto instabile", dice. "Solo in Africa occidentale, abbiamo avuto tre colpi di stato quest'anno: in Mali, Ciad e Guinea. Quindi si potrebbero creare nuove situazioni in cui la gente decide di fuggire", spiega.

Il capo della SMS spiega infine che il numero di rifugiati dalla Siria e dall'Afghanistan sta aumentando a causa della fine del blocco della rotta balcanica questa estate. Di conseguenza, molti migranti stanno lasciando la Grecia per l'Europa occidentale. "Chi vuole andare in Francia o in Gran Bretagna passa dalla Svizzera", sottolinea Mario Gattiker secondo cui "la maggior parte delle volte, non fanno domanda d'asilo e continuano rapidamente il loro viaggio. E secondo la legge in vigore, non possiamo fermarli", dice. La Svizzera sta quindi cercando di garantire il miglior controllo possibile di questi migranti.

Guarda anche 

Circa 2'000 ucraini hanno trovato un lavoro in Svizzera dall'inizio della guerra

Dall'inzio del conflitto in Ucraina a metà febbraio oltre 58'000 ucraini sono arrivati in Svizzera. Secondo gli ultimi dati disponibili della Segreteria...
03.07.2022
Svizzera

In una lettera un centinaio di ucraini denunciano le loro condizioni nel canton Berna

Con una lettera indirizzata alle autorità del canton Berna e al comune bernese di Burgdorf dove alloggiano, un centinaio di cittadini ucraini accolti in Svizzer...
28.06.2022
Svizzera

Le sudamericane in palla, la svogliata Francia arranca

Mancano ancora cinque mesi all’inizio dei Mondiali del Qatar. Gli ultimi a 32 squadre, visto che dal 2026 (ahinoi) la rassegna iridata contemplerà...
20.06.2022
Sport

"La Gran Bretagna comincia a trasferire gli asilanti in Ruanda. E la Svizzera?"

Il governo svizzero sta prendendo in considerazione di riprendere il "modello inglese" di rinviare in un paese terzo i richiedenti l'asilo giunti sul suo te...
14.06.2022
Svizzera