Sport, 12 dicembre 2021

Frenata bianconera a San Gallo

Una papera di Baumann costa due punti al Lugano

SAN GALLO - Il Lugano controlla per 50 minuti gli avversari ma poi si fa raggiungere da Sutter, complice una indecisione Baumann. Ma tant'è . Il primo tempo è decisamente soporifero. Il San Gallo, reduce da tre sconfitte consecutive, non sta bene in classifica e cerca una vittoria per non andare alla pausa invernale con lo spauracchio dello spareggio o della relegazione diretta sul gobbo. La squadra di Ziedler, che nelle ultime stagioni aveva dato un po' di grattacapi a tutti, manca di fiducia e lo si vede dalle prime fasi di gioco. Tanto possesso palla ma poche idee. La tensione è palpabile, l'ansia da risultato fa brutti scherzi. I bianconeri, che dopo due minuti colpiscono un palo con Bottani, giocano invece in scioltezza, controllando gli avversari. Prudenti, intelligenti
nell'occupazione del campo, si fanno vedere poco ma quando mettono il naso dalle parti di Sigi, ecco che il San Gallo trema.


E così si arriva all'ultimo minuto del primo tempo, quando Lovric porta in vantaggio gli ospiti. Così, senza tanto forzare il proprio talento, la squadra ticinese ha messo la freccia. Ma la ripresa racconta un altra storia: quella di un San Gallo che, pur fra mille contraddizioni tecnico-tattiche, non ne vuol sapere di fungere da vittima sacrificale. E così, con ardore e determinazione, si butta in avanti, nella speranza di agguantare almeno il pari. Che arriva, puntuale, al minuto 69, quando Sutter impatta, complice una indecisione di Baumann.


A quel punto e sino alla fine, giocano solo i padroni di casa e il Lugano rischia qualcosa. Poi però arriva il fischio finale. Almeno un punto è salvato.

Guarda anche 

Il Lugano cala il pokerissimo: i pre playoff sono ormai in cassaforte

LUGANO – Ancora una volta, la quinta in stagione, il derby si tinge di bianconero. E lo fa a pieno merito, nonostante il Lugano abbia dovuto rinunciare all&rsquo...
28.01.2022
Sport

Lugano-Ambrì, un derby da brivido tra infortuni e arbitraggi da paura

LUGANO – Ci risiamo. Rieccoci. Per la sesta volta in stagione, questa sera, Lugano e Ambrì si ritroveranno una di fronte all’altra, questa volta all...
27.01.2022
Sport

Ciao Vlahovic: la Fiorentina ricopre d’oro il Basilea

BASILEA – La “bomba” di mercato lanciata in questi giorni da diverse testate italiane, e confermata nella serata di ieri dal ds della Fiorentina, Prad&e...
25.01.2022
Sport

“Il titolo? Niente stress, YB squadra da battere”

ZURIGO - Lo Zurigo non vince il campionato dal 2009. Sono passati 13 anni e nel frattempo la squadra biancoazzurra ha vissuto una traumatica relegazione in Challenge...
25.01.2022
Sport